PORTO NOTIZIE N. 11 - GIUGNO 2001

 

 

L'ATTIVITA' DEL CONSIGLIO COMUNALE

27 febbraio 2001

· Lettura e approvazione verbali precedente seduta del 30 novembre 2000
· Accettazione donazione immobili
· Art. 53 comma 3 legge 23.12.2000 n. 388. Determinazioni
· Esame ed approvazione del bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2001, relazione previsionale e programmatica con annesso piano opere pubbliche e bilancio pluriennale periodo 2001-2003
· Modifica art. 4 del Regolamento assegnazione posti barca

28 giugno 2001

· Lettura ed approvazione verbali precedente seduta del 27 febbraio 2001
· Esame ed approvazione conto consuntivo ano 2000
· Misure di razionalizzazione e recupero dell'efficienza della Pubblica amministrazione: determinazioni
· Assimilazione dei rifiuti speciali ai rifiuti urbani
· Approvazione Regolamento comunale per l'esercizio del commercio su aree pubbliche
· Approvazione convenzione per l'amministrazione e la gestione delle aree demaniali portuali ed extraportuali conferite dalla Regione ai comuni
· Alienazione immobile Via Castello (donazione Del Conte)

Risultati elettorali - Politiche 2001

Sul sito Internet www.portovaltravaglia.it sono pubblicati i risultati completi di tutte le consultazioni elettorali (politiche, regionali, provinciali, comunale e referendum) dal 1964 al 2001 di Porto Valtravaglia e ci si può collegare al sito ufficiale del Ministero dell'Interno per i risultati ufficiali nazionali.


Approvato il Bilancio 2001

Nella seduta del 27 febbraio il consiglio comunale ha approvato il bilancio di previsione per il 2001.
Questi i dati sintetici di previsione (esposti in milioni):

ENTRATE
Tributarie 1.521,551
Contrib. Statali e altri 1.032,588
Extra-tributarie 1.321,401
Altre 2.269,349
Da mutui e finanziamenti 2.266,651
Da servizi vari 465,200
tot. Entrate 8.876,740

USCITE
Amministrazione e gestione 1.142,228
Polizia locale 128,500
Istruzione pubblica 252,500
Cultura 85,140
Sport 41,467
Turismo 20,000
Viabilità 348,950
Territorio e ambiente 1.106,552
Servizi sociali 280,553
Tot. Spese correnti 3.405,950

Amministrazione e gestione 1.420,000
Viabilità 434,000
Territorio e ambiente 2.332,000
Servizi sociali 100,000
Tot. Spese in conto capitale 4.286,000

Rimborso prestiti 719,590
Servizi vari 465,200

Tot. Uscite 8.876,740

Il Piano delle Opere Pubbliche è già stato pubblicato sul numero di Dicembre 2000.


Obiettivo: certificazione qualità per il Comune

Nel contesto di una costante e continua evoluzione della società, essere apprezzati dai cittadini significa eccellere in qualità, affidabilità, efficienza, prestazioni, immagine.
L'obiettivo primario dell'amministrazione comunale di Porto Valtravaglia (come di ogni pubblica amministrazione) è la completa soddisfazione del cittadino attraverso una politica di rinnovamento globale.
Gli obiettivi fondamentali di tale politica, che il nostro Gruppo ha enunciato nelle varie campagne elettorali e sono sempre in primo piano in ogni evento amministrativo, sono:
· difendere e perseguire gli interessi preminenti della collettività;
· affermare il ruolo specifico del Comune nella vita quotidiana della comunità, la sua costante presenza nell'organizzazione del territorio e nella erogazione dei servizi di pubblico interesse;
· svolgere una funzione di sostegno delle iniziative in campo sociale e culturale;
· favorire la crescita civile della nostra comunità.

Per raggiungere questi obiettivi non basta però il continuo coinvolgimento dei membri dell'amministrazione, delle commissioni, dei dipendenti e dei cittadini. Non è neppur sufficiente il mantenimento di corretti canali di informazione (pur ampliati attraverso Internet).
L'amministrazione comunale è venuta ora nella determinazione di dare una svolta significativa alla gestione dei processi di lavoro attraverso la promozione e la diffusione a tutti i livelli di una mentalità di miglioramento continuo, utilizzando anche la formazione, nel pieno rispetto delle norme vigenti e dell'etica professionale.
L'esperienza maturata negli anni dedicati nell'amministrazione pubblica, anche affrontando fatti non sempre positivi, ci ha insegnato che l'obiettivo della qualità è fondamentale per garantire l'assolvimento degli impegni assunti con la cittadinanza.
Per questo abbiamo avviato le basi per adottare un sistema di qualità in accordo alla normativa UNI EN ISO 9001 riconosciuta in ambito europeo e mondiale.
Il Sistema Qualità per il nostro Comune non sarà un punto di arrivo, ma il punto di partenza per attivare quei meccanismi di miglioramento continuo che garantiranno l'eccellenza dei servizi offerti coniugando efficacia, efficienza ed economicità.


Il progetto, inoltre, favorirà:
· La migliore conoscenza della macchina comunale da parte di amministratori, dipendenti, cittadini;
· Il miglioramento continuo della comunicazione tra settore e settore, tra dipendenti ed amministrazione, tra uffici e cittadini;
· L'aumento dell'interesse e della motivazione a tutti i livelli;
· La consapevolezza di ciascuno del proprio ruolo all'interno dei processi;
· La crescita professionale dei dipendenti favorita dalla formazione ricevuta;
· Una maggiore responsabilizzazione del proprio lavoro.

In Italia, fino ad oggi, sono soltanto tre i Comuni (Cornate d'Adda, Sasso Marconi e Cilavegna) che hanno ottenuto la certificazione di qualità ed i risultati che hanno conseguito sono stati veramente significativi. Ci auguriamo di poter fare anche noi la medesima positiva esperienza.



CONTRASSEGNI POSTO BARCA

Gli assegnatari di posto barca nel porticciolo comunale sono invitati a ritirare presso l'Ufficio Tecnico i contrassegni validi per l'anno 2001 da esporre obbligatoriamente e in modo visibile sulle barche.

LAVORI IN CORSO

Cimitero di Domo

E' stato approvato il progetto di completamento del Cimitero di Domo. Esso comprende la posa delle lapidi su tutti i loculi, la sistemazione dell'area verde, la realizzazione di un bagno per portatori di handicap, la motorizzazione dell'attuale cancello d'ingresso e la realizzazione di una seconda entrata pedonale che immette direttamente nella parte nuova. Nell'ambito dei lavori saranno eseguiti anche interventi di manutenzione straordinaria.

 

Asfaltatura di Via Muceno

I lavori di sistemazione definitiva della strada sono stati ormai eseguiti, come sono ormai stati rimossi tutti i pali della vecchia linea di illuminazione pubblica.

 

Illuminazione pubblica

E' stato definitivamente concordato con l'ENEL il rifacimento della pubblica illuminazione di Via Nave, del tratto di provinciale da Muceno a Ticinallo e di quest'ultima frazione. Con gli avanzi del mutuo a disposizione di Lire 166/milioni, sarà possibile anche completare altri tratti stradali di Muceno, in modo da completare tutta la frazione.

 

Fognatura torrente Ronè

Proseguono i lavori di posa nella nuova fognatura che da Punta Molino, lungo il torrente Ronè, arriverà a Domo. Nello stesso tempo il Genio Civile ha fatto realizzare una serie di interventi di manutenzione straordinaria del letto del torrente stesso, con la costruzione di alcune briglie che consentono il rallentamento del flusso delle acque da monte verso il lago.

 

Informatizzazione Uffici

Continuano gli interventi tesi a migliorare la funzionalità degli uffici comunali e la qualità dei servizi resi al pubblico. Sono stati studiati il rifacimento della rete interna di trasmissione dati, la sostituzione dei video terminali con altrettanti personal computer tra loro collegati, sarà stato introdotto il sistema operativo Windows a supporto di tutti i programmi gestionali, anche in vista dell'introduzione dell'Euro. Tutti gli uffici saranno dotati di casella di posta elettronica. Il nuovo sistema operativo consentirà anche di introdurre diversi sistemi di sicurezza e di controllo, sia interni che verso l'esterno.

Ufficio Tecnico: un miglior servizio

Dallo scorso primo aprile ha preso servizio presso il nostro Comune il geom. Nicola Mantovani, con la qualifica di Responsabile del Servizio. Al geom. Mantovani gli auguri di un buon lavoro!
L'Ufficio Tecnico è ormai praticamente aperto tutta la settimana, ad esclusione del mercoledi.

 

Contributo per San Michele dalla Comunità Montana

La Comunità Montana, con deliberazione del Consiglio Direttivo n. 189 del 27.11.2000 ha stanziato un contributo di Lire 7.500.000 quale concorso per le spese di restauro della chiesa di San Michele. I lavori, curati dalla Parrocchia di Domo, sono in stato avanzato di esecuzione: il tetto è stato completamente rifatto in beole, dopo adeguate opere di rinforzo dell'intera struttura e della collina ove poggia la chiesa.

Contributi regionali e comunitari

In questi ultimi mesi il nostro Comune è risultato beneficiario di diversi contributi da parte della Regione e della Comunità Montana per diverse finalità. Ne diamo un dettaglio.

… per gli affitti
La Regione ha stanziato un contributo di Lire 8.977.000 a fronte delle richieste presentate dal nostro Comune a sostegno degli affitti per le famiglie che ne avevano i requisiti. A fronte di nuove domande ci sono già state attribuite Lire 12.954.000.

… per il trasporto alunni
Il nostro comune è risultato beneficiario con Castelveccana di un contributo regionale di Lire 32 milioni per il trasporto alunni delle scuole medie, che verrà ripartito in proporzione agli alunni che usufruiscono del servizio stesso.

… per l'alluvione
La Regione ha stanziato i primi fondi per indennizzare almeno parzialmente i danni subiti dai privati in occasione dell'esondazione del lago dell'ottobre scorso. A fronte degli 83 milioni di danni denunciati, la Regione ha offerto un contributo pari al 23,75% assegnando al nostro Comune Lire 19.988.000. Inoltre ci ha assegnato altri 1.950.000 per i privati che sono stati costretti ad abbandonare le proprie case, a fronte delle spese sostenute per la loro sistemazione provvisoria.
I danni subiti invece dalle attività commerciali ammontano a ca. 650/milioni. Le domande di risarcimento sono state presentate alla Regione direttamente dagli interessati.

… per il porticciolo
La Regione ha stanziato un contributo in conto capitale di Lire 77 milioni a fronte di un progetto di pari importo e destinato alla sistemazione definitiva del nostro porticciolo (fondale, muraglione a lago, ecc.).

… per l'educazione dei minori in difficoltà
La Comunità Montana Valli del Luinese ha assegnato al nostro Comune un contributo di Lire 8.450.000 quale quota derivante dal riparto dei fondi regionali destinati al sostegno educativo in famiglia dei minori che necessitano di specifica assistenza.

Pro Loco in assemblea: rinnovate le cariche sociali

All'insegna della continuità, i soci della Pro Loco hanno praticamente confermato il gruppo uscente nel corso dell'annuale assemblea svoltasi il 19 gennaio scorso. Sono stati approvati il consuntivo del 2000 e presentata una prima bozza di programma per l'anno in corso. Il presidente Emma Porta ha tracciato una sintesi delle manifestazioni che hanno caratterizzato la passata stagione, mostre d'arte, serate musicali, lo spettacolo dei fuochi artificiali, la premiazione del concorso "Benvenuti al mio paese", la mostra d'arte sacra, e tante altre che hanno portato a Porto un gran numero di turisti, soprattutto durante la stagione estiva. La Pro Loco ha avuto meritati riconoscimenti dalla stampa provinciale, a prova dell'impegno profuso nell'organizzazione dell'intera stagione.
In una successiva riunione, il consiglio ha distribuito le cariche sociali per il triennio 2001-2003. Confermata alla presidenza Emma Porta, Carlo Calderoni è stato nominato vice-presidente, segretaria Augusta Minetti, tesoriere Romano Luini; consiglieri: Alberto Baratelli, Giampiero Cipolla, Franco Giuliani, Mario Vietri, Sandro Reggiori e Vittorio Zanasi. I rappresentanti del Comune nel consiglio sono: Chiara Felli, Gregorio Gagliardi, Armando Martignoni.

 

Porto ancora in gara con "Benvenuti al mio paese"

Sono già iniziati i sopralluoghi della Commissione provinciale presso le Pro Loco del Varesotto che partecipano all'edizione 2001 del noto concorso che andrà a premiare l'attività di valorizzazione turistica dei nostri paesi.
Porto Valtravaglia partecipa presentando la manifestazione "Apert'Arte", una rassegna di sculture all'aperto che tanto successo ebbe nelle precedenti edizioni. Le opere degli scultori Puxeddu e Sovana resteranno esposte dal 17 giugno fino al 9 settembre.

Trascorri l'estate con noi!

A partire dal mese di giugno e fino a settembre si snoda un articolato calendario di manifestazioni per tutti i gusti, per trascorrere quattro mesi intensi con un po' di divertimento, musica e cultura.
La Pro Loco ci dà appuntamento con il suo programma, ampliato da altre manifestazioni e feste che ormai sono nella tradizione locale del capoluogo e delle frazioni.

17 giugno - 9 settembre - Apert'Arte - rassegna di scultura all'aperto
7-8 luglio - Festa patronale di DOMO
27 luglio - spettacolo di Burattini - lungolago - ore 21
3 agosto - cinema sotto le stelle
4-5 agosto - Festa per il 70° della Bocciofila di Porto Valtravaglia - ore 21
4-5 agosto - Festa patronale di MUCENO
5 agosto - Festa religiosa di LIGURNO
11-15 agosto - Porto Antiqua - fiera dell'antiquariato
15 agosto - Festa patronale di PORTO - Processione Mariana con partenza dal Porticciolo
11-19 agosto - Musica, ristorante e intrattenimenti in piazza - lungolago
16 agosto - Grande spettacolo pirotecnico sul lago
17 agosto - cinema sotto le stelle - ore 21 - "Billy Elliot"
24 agosto - cinema sotto le stelle - ore 21 - "Le follie dell'imperatore"
25 - 26 agosto - serata danzante con orchestra - ore 21
1 settembre - serata danzante con orchestra - ore 21
2 settembre - Pentolone d'autunno - Pranzo con pizzoccheri e allegria - ore 12
2 settembre - Festa religiosa a SAN MICHELE
15 settembre - serata danzante per i nati della Vergine - ore 21 (salone)
22 settembre - spettacolo teatrale "I duu gemej" con la Compagnia La Crocetta di Gallarate
20 ottobre - spettacolo teatrale "Arsenico e vecchi merletti" con gli "Amici del teatro" di Germignaga
28 ottobre - spettacolo di burattini "Cappuccetto Rosso"

(Aggiornamenti sul sito www.portovaltravaglia.it alla pagina della Pro Loco)


Storia e storie di lago: Pro Loco e Biblioteca presentano il Lago Maggiore

Dal 9 al 16 giugno il nostro paese ha vissuto una settimana interamente dedicata al Lago Maggiore, alla sua storia e a coloro che lo studiano, da appassionati e da curiosi.
Sabato 6 giugno abbiamo ospitato la dodicesima edizione del Convegno dei Verbanisti, un sodalizio sorto a Intra ventidue anni fa con lo scopo di far conoscere l'arte, la letteratura, la storia ed i personaggi delle due sponde verbanesi, che per la prima volta ha celebrato il suo "convito" in terra lombarda, proprio a Porto Valtravaglia. Con l'occasione è stato presentato anche il 22° volume della collana "Verbanus". Organizzatore della manifestazione l'ing. Pierangelo Frigerio, apprezzato storico locale.
Sabato 16 è stata invece la volta della nostra Biblioteca che ha presentato il decimo volume di "Loci Travaliae" interamente dedicato alla musica sacra ed agli organi delle terre verbanesi. E' intervenuto il Presidente della Società Storica Varesina prof. Giuseppe Armocida.
Con l'occasione sono stati presentati gli atti del convegno svoltosi a Luino il 24 ottobre 1998 "Segni ambrosiani nella regione dei laghi prealpini" e organizzato dal Comune di Brezzo di Bedero e di Luino, con la partecipazione della Regione, della Provincia e del Lions Club Luino, nell'ambito delle celebrazioni del XVI centenario della morte di sant'Ambrogio. Relatore è stato mons. Giancarlo Boretti della Curia Arcivescovile di Milano.
Per tutta la settimana è rimasta aperta una mostra mercato del libro interamente dedicata al Lago Maggiore e curata da Alberti Libraio Editore. E' stato anche possibile ammirare ed acquistare stampe d'epoca sempre con tema il Verbano e le sue terre, in una importante mostra curata da Trippini di Gavirate, un vero esperto del settore.

LA BIBLIOTECA NON VA IN VACANZA

Fervida l'attività della biblioteca nel semestre in corso… Ecco le manifestazioni culturali promosse ed i corso:
- novembre 2000, presso la scuola elementare "AIUTIAMOLI A LEGGERE'; incontro per genitori ed educatori in collaborazione con la libreria CROCI. Gianni Geraci ha proposto una stimolante carrellata sulla scelta dei libri dalla nascita alla fine della scuola dell'obbligo;
- gennaio 2001, MUSICA LIRICA: in collaborazione con Amici della Musica Lirica di Luino, presentazione del programma da parte del Presidente Sig. Franco Coa;
- gennaio 2001, TEATRO ALLA SCALA MILANO, LO SCHIACCIANOCI "Balletto";
- marzo 2001, TEATRO REGIO TORINO, opera lirica FALSTAFF;
- marzo 2001, momento di ANIMAZIONE di una storia , per le prime classi della scuola media, proposto dai collaboratori della libreria Croci;
- maggio 2001, PRESENTAZIONE DEGLI STRUMENTI MUSICALI agli alunni delle elementari: i musicisti dell'ACCADEMIA MUSICALE G. VERDI hanno coinvolto la scolaresca con saxofono, clarinetto, chitarra, tastiera e batteria. Gli appassionati potranno poi iscriversi ai vari corsi già attivi presso la biblioteca;
- maggio 2001, RASSEGNA MUSICALE presentata dagli ALLIEVI dell'Accademia Musicale G. Verdi;
- giugno 2001, presentazione delle RICERCHE STORICHE-AMBIENTALI della scuola media Giovanni XXIII.
E' inoltre in fase di preparazione un CONCORSO FOTOGRAFICO sugli aspetti storici e naturalistici della Valtravaglia, aperto anche ai giovani, pubblicato dalla rivista "Il Fotografo"(informazioni reperibili in biblioteca).
Come si può notare l'attività è sempre intensa…
Un ringraziamento per il sostegno e la collaborazione va anche alla PRO-LOCO di Porto che ha contribuito alla buona riuscita di varie manifestazioni.
Si ricorda che la biblioteca è aperta anche nel periodo estivo…
A tutti BUONE VACANZE e BUONE LETTURE dei numerosissimi libri della BIBLIOTECA!!!

Fiorella ed Erica

 

Importante donazione

La nostra Biblioteca è stata fatta oggetto di una importante donazione di libri di storia locale, in particolare dedicati al Lago Maggiore, da parte della fam. Pinuccia e Carla Colombo e prof. Piero Milani di Busto Arsizio.
La Commissione della Biblioteca e l'Amministrazione Comunale ringraziano per il generoso gesto.


XI Stagione " Musica a Domo"

Il programma dell'undicesima stagione musicale di Domo, realizzata anche in collaborazione con la Provincia, prevede:

CHIESA DI S.MARIA ASSUNTA - DOMO
DOMENICA, 22 LUGLIO 2001 - ORE 21.00
Nell'ambito della 21a Rassegna provinciale di Concerti
"Antichi Organi. Patrimonio d'Europa" - Preziosità da vivere

ORGANISTA: FRANCESCO TASINI
Musiche di:
J.P.Sweelinck, J.Cabanilles, G.M.Trabaci, G.F.Bertoni, B.Storace,
J.S.Bach, J.G.Walther, F.C. de Arauxo

FRANCESCO TASINI ha compiuto gli studi musicali presso i Conservatori di Bologna e Milano, diplomandosi "cum laude" in Organo e Composizione Organistica, Clavicembalo e Composizione. E' Accademico Filarmonico e componente della Commissione di Musica Sacra della Diocesi di Bologna. E' titolare di Organo e Composizione Organistica presso il Conservatorio "G.Frescobaldi" di Ferrara. Ha collaborato alla realizzazione dei CD "Organi Storici dell'alto Verbano" e "Organi storici del medio Verbano" promossi dalla Provincia di Varese nell'ambito del progetto "Preziosità da vivere".

 

CHIESA DI S.MARIA ASSUNTA - DOMO
DOMENICA, 5 AGOSTO 2001, ORE 21.00

ORCHESTRA "VOX AURAE"

Musiche di:
Anonimo Concerto per mandolino e orchestra in Sol. Magg.
J.S.Bach Concerto Brandeburghese n. 4 BWV 1049
J.S.Bach Concerto Brandeburghese n.5 BWV 1050
W.A.Mozart Divertimento n. 3 in Fa Maggiore

L'orchestra VOX AURAE di Brescia nasce nel 1992 su iniziativa del suo attuale direttore: Giancarlo De Lorenzo. L'orchestra è costituita da un organico comprendente archi e basso continuo. L'intento è quello di riproporre un repertorio compreso tra il XVII e la prime metà del XVIII secolo con particolare attenzione al taglio interpretativo delle esecuzioni ed alla riscoperta di autori poco noti e con strumenti solisti atipici quali il mandolino, il flauto dolce, l'organo.

 

DOMENICA, 26 AGOSTO 2001, ORE 21.00
CHIESA DI S.MARIA ASSUNTA - PORTO VALTRAVAGLIA

DUO FLAUTO E CLAVICEMBALO:
FORMENTI - ZANDONELLA
Musiche di:
J.S.Bach, A.Vivaldi, G.F.Haendel, W.A.Mozart, J.S.Bach

SONIA FORMENTI - Flauto. Nata nel 1982 si è diplomata nella classe di flauto del M° Gabriele Gallotta presso il Conservatorio "G.Verdi" di Milano. E' primo flauto dell'Orchestra Filarmonica del Conservatorio di Milano.
LORENZO ZANDONELLA CALLEGHER - Clavicembalo. Diplomato in organo e composizione organistica con G. Parodi, in pianoforte con L.Leonardi e con il massimo dei voti in clavicembalo presso il Conservatorio "G.Verdi" di Milano. E' organista della chiesa di S.Ambrogio di Seregno, di S.Giuseppe di Monza e di S.Giovanni Bosco sempre a Seregno.

Loci Travaliae: è uscito il 10° volume

Presentato ufficialmente nel corso della settimana "Storia e storie di lago" svoltasi a Porto all'inizio di giugno, è ormai in vendita il decimo volume edito dalla nostra Biblioteca e dedicato alla storia locale. Gli argomenti trattati sono quelli delle tre serate tenute nello scorso autunno e riguardano:
· Dal canto ambrosiano alla polifonia: contributi per una storia delle musica sacra e popolare in Valtravaglia e sull'alto Lago Maggiore (M.Manzin);
· Valtravaglia e Val Veddasca nella cultura musicale dell'Ottocento Italiano (M. Manzin, G. Perotti, M. Galli);
· Valtravaglia: museo storico dell'organo (M. Isabella).
Il volume è in vendita a Lire 15.000.= presso il Municipio, la Biblioteca e in Pro Loco.
Allo scopo di favorire gli appassionati di storia locale, la collana completa dei primi 10 volumi è offerta ad un prezzo speciale di Lire 100.000, ma solo fino al 30 settembre 2001.

 

Porto Antiqua: antiquariato in fiera

Anche per Ferragosto - dall'11 al 15 agosto - il nostro lungolago ospiterà la fiera dell'antiquariato PORTO ANTIQUA, edizione estiva, dopo l'ampio successo di pubblico in occasione dell'edizione di primavera. Una ventina di espositori qualificati presenteranno mobili, lampadari, libri, giornali, stampe, monete, cartoline, sculture e quadri, e quant'altro è ormai entrato a far parte degli interessi e della passione di molti collezionisti.


Sindaci in assemblea per il Distretto A.S.L.

Il 14 giugno scorso si è riunita l'assemblea dei sindaci facenti parte del Distretto di Luino dell'A.S.L. (Azienda Sanitaria Locale) per eleggere il presidente ed un componente del Direttivo.
A seguito delle dimissioni presentate da Mauro Geronimi, sindaco di Castelveccana, è stato eletto presidente con 17 voti su 23 votanti, il sindaco di Maccagno Renzo Giani; il Direttivo è stato poi integrato con l'elezione del sindaco di Agra Pierangelo Rossi, che ha ottenuto 20 voti su 24 votanti.
I neo eletti hanno subito interessato gli esponenti dell'A.S.L. presenti, in particolare il Direttore Sociale dott. Vitelmi, sul problema delle progressive riduzioni di personale dell'Ospedale di Luino, ed hanno chiesto la costituzione di una sorta di "osservatorio permanente" della situazione dei servizi ospedalieri locali.

 

La scuola materna di Musadino su Internet

Anche la Scuola Materna "Domenico Boldrini" di Musadino ha guadagnato il suo posto in rete. E' di questi giorni la creazione di una pagina con la quale il nostro asilo si presenta, utilizzando il linguaggio dei bambini e i loro disegni. Non mancano l'organizzazione della scuola, i servizi offerti e l'organico dell'amministrazione.
La pagina è ospitata nel sito www.portovaltravaglia.it/asilomusadino.html o più semplicemente cliccando dalla pagina delle news.

 

Passaggio di consegne al Servizio Civile

Sono arrivati due nuovi giovani che hanno scelto di fare il servizio civile e sono stati assegnati dal Ministero al nostro Comune: sono Davide Cardamone (di Porto Valtravaglia) e Massimo Antonio Aspesi (di Samarate). Hanno iniziato il loro lavoro a Porto il 23 aprile scorso.


ECOLOGIA

Quanti rifiuti nel 2000!

La società che gestisce l'appalto della Comunità Montana per la raccolta e smaltimento rifiuti sul territorio comunitario, ha reso noto i dati relativi all'anno 2000. Nei trascorsi dodici mesi nel nostro comune sono stati raccolti:
· rifiuti solidi urbani 1.163 tonnellate
· ingombranti 521
· verde e ramaglie 298
· carta e cartoni 217
· legno 209
· vetro 130
· ferro 121
· frigoriferi 17
· accumulatori 3

ed inoltre
· pile 122 kg
· medicinali 117

 

Frigoriferi, televisori e batterie per auto: dal primo aprile scorso non è più possibile raccoglierli fra gli ingombranti col servizio porta a porta, ma dovranno essere recapitati direttamente dagli interessi al Centro Raccolta in loc. Trigo. E' sempre possibile richiedere il ritiro a domicilio (su prenotazione presso gli Uffici Comunali) con pagamento del ticket fissato in Lire 10.000.= (importo minimo).

 

Perché continuare a bruciare i rifiuti?

Nonostante i ripetuti appelli ancora molti usano bruciare i propri rifiuti nei cortili e nei giardini.
E' bene sapere che lo smaltimento dei rifiuti in modo non corretto, quale appunto il loro incenerimento in luoghi non autorizzati, è vietato ed è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da Lit. 100.000 a Lit. 1.000.000 (Legge Regionale n. 94/80, art.4 e 29)
Occorre tuttavia ribadire che, al di là degli obblighi di legge, quando si brucia comunque si infastidiscono i vicini e che quando si bruciano i rifiuti in plastica o il polistirolo si producono numerose sostanze fortemente inquinanti e cancerogene, quali ad esempio le diossine, che respiriamo e soprattutto obblighiamo gli altri ad inalare.
Occorre solo un po' di buon senso: tra l'altro a bruciare i rifiuti non si risparmia nemmeno una lira sulla relativa tassa comunale.

 

Adeguiamo i nostri scarichi

Le leggi che attualmente disciplinano la realizzazione, la gestione ed il controllo degli scarichi delle acque decadenti da insediamenti civili e industriali sono sia statali che regionali.
Le norme statali sono costituite dal Decreto Legislativo n. 152 del 11/05/1999, integrato dal Decreto Legislativo n. 258 del 18/08/2000.
Le norme regionali sono costituite dalla Legge Regionale n. 62 del 27/05/1985, integrata dalla Deliberazione delle Giunta regionale n. 4/10562 del 24/06/1986, dalla Legge Regionale n. 52 del 10/05/1990 e dalla legge regionale n. 20 del 02/09/1996.

Già a partire dal 1976 con la Legge n. 319 (meglio conosciuta come Legge Merli) il legislatore si era proposto di regolamentare gli scarichi per salvaguardare i fiumi, i laghi e le falde sotterranee.
Con la recente normativa non solo vuole impedire ulteriori inquinamenti dei corpi idrici, ma si prefigge anche come obiettivo di recuperarli, incentivando la realizzazione dei presidi depurativi e delle opere di raccolta e canalizzazione delle acque reflue.
Tuttavia lo stesso legislatore, consapevole delle difficoltà esistenti per adeguare scarichi, fognature e depuratori soprattutto a causa dei costi da sostenere, incarica le Regioni di produrre dei "Piani di Risanamento delle Acque" che tenessero conto delle diverse realtà territoriali e della necessità di graduare nel tempo gli interventi per rendere sostenibile lo sforzo di tutti i soggetti interessati (privati ed Enti Locali) sia in termini tecnici che economici.


Dal canto suo la Regione Lombardia già nel 1985 con la Legge Regionale n. 62 aveva previsto una graduale ristrutturazione delle opere di scarico, di collettamento e di depurazione delle acque reflue.

Per quanto riguarda gli scarichi la Legge della Regione Lombardia dà specifiche direttive e prescrizioni per il loro adeguamento, che dovrà essere effettuato tenuto conto della tipologia degli scarichi e della disponibilità o meno della pubblica fognatura nelle zone in cui gli insediamenti da cui derivano sono localizzati.
Essa per maggior chiarezza definisce anche la tipologia degli scarichi suddividendoli in base alle caratteristiche degli insediamenti da cui provengono.

La citata Legge Regionale impone anzitutto ai Comuni di definire le zone servite dalla pubblica fognatura come documento di base per poter regolamentare gli scarichi nel proprio territorio.
Quindi obbliga i titolari degli scarichi di insediamenti compresi nelle zone servite dalla fognatura, ad allacciarsi ad essa e a dismettere ogni altro scarico.

La stessa tuttavia prevede per gli insediamenti non ancora serviti dalla fognatura, in attesa del completamento della rete fognaria da parte dei Comuni, la temporanea possibilità di convogliare le acque reflue sul suolo e negli strati superficiali del suolo (per esempio nelle biologiche perdenti) o nei corpi idrici (ad esclusione dei laghi) secondo la tipologia degli scarichi ed eventualmente previo trattamento depurativo.
Per esempio secondo tali direttive nelle zone non servite dalla pubblica fognatura le acque decadenti dalle abitazioni civili, che convogliano solo acque reflue domestiche, possono ancora essere immesse nei pozzi perdenti.
La Legge proibisce invece lo scarico nei pozzi perdenti dei reflui industriali o misti.

Nello scorrere i vari articoli della menzionata legge regionale si rilevano altre imposizioni, quali ad esempio:
- l'obbligo di disporre per ogni scarico di un pozzetto di controllo, che sia facilmente ispezionabile e che sia realizzato a monte dell'immissione nel corpo recipiente (fognatura, corso d'acqua ovvero suolo e strato superficiale del sottosuolo).
In caso di impossibilità logistica soprattutto nei centri storici, l'onere diventa quantomeno di distinguere nei pozzetti della fognatura le tubazioni dei singoli scarichi, al fine di poter risalire per qualsiasi evenienza alle singole titolarità e responsabilità.
- l'obbligo di separare le acque bianche (meteoriche e di sorgente) da quelle nere e di scaricarle separatamente, immettendo le acque bianche sul suolo o negli strati superficiali del suolo, nei corsi d'acqua ovvero nelle apposite rete fognarie per acque bianche.
- l'obbligo di far spurgare le fosse biologiche a tenuta da Imprese autorizzate e di conservare la documentazione che attesti l'effettuazione del lavoro, il nominativo dell'Impresa esecutrice e il regolare conferimento del contenuto (classificato come rifiuto speciale) presso un impianto di depurazione opportunamente attrezzato ed autorizzato.
- l'obbligo di chiedere al Comune autorizzazione a scaricare le acque reflue in fognatura e sul suolo e negli strati superficiali del suolo.
Per gli insediamenti civili l'autorizzazione è costituita dalla concessione edilizia.
Nel caso l'insediamento civile scarichi solo acque reflue domestiche, alla domanda non va allegato alcun referto analitico
Nel caso invece vi sia possibilità di presenza nello scarico di sostanze nocive o pericolose o comunque non compatibili con il ciclo di depurazione, la richiesta deve essere corredata da opportuna documentazione sulla modalità di abbattimento delle stesse e sulle caratteristiche delle acque al termine del ciclo.
A tal fine viene precisato che l'autorizzazione a scaricare nella fognatura o sul suolo e negli strati superficiali del suolo viene concessa dal Comune sentiti anche i gestori della fognatura e dell'impianto di depurazione oltre che i servizi territoriali dell'ASL.
- l'obbligo di chiedere alla Provincia autorizzazione a scaricare le acque reflue nei corpi idrici superficiali.
La richiesta deve essere sempre corredata da opportuna documentazione sulle caratteristiche costruttive dell'opera di scarico, sulle caratteristiche qualitative delle acque e sulle modalità di depurazione delle stesse per adeguarle ai limiti di accettabilità stabiliti dalle leggi in materia.
- l'obbligo di rinnovare l'autorizzazione allo scarico ogni 4 anni.
Solo lo scarico in fognatura dei reflui domestici derivanti da insediamenti civili non necessitano del rinnovo ogni quattro anni, salvo nuove richieste di concessioni edilizie per rinnovi o adeguamenti degli immobili.
- l'obbligo per i titolari degli scarichi a mettersi in regola entro il 20 ottobre 2003
Le modalità di adeguamento degli scarichi sono naturalmente in funzione della possibilità o meno di allacciarsi alla pubblica fognatura.
- l'obbligo per i Comuni a completare la realizzazione della rete fognaria entro il 31/12/2005.

Per maggiori dettagli e precisazioni sul tema degli scarichi si rimanda a specifiche schede esplicative che saranno disponibili a breve sul sito Internet www.portovaltravaglia.it
Arcangelo Calloni

 

Una borsa per ogni stagione

Una borsa in cotone e la fantasia dei bambini delle nostre classi elementari. Ecco gli ingredienti necessari alla realizzazione di un articolo che s'inserisce nella campagna di sensibilizzazione rivolta ad una maggiore attenzione alla natura nei suoi molteplici aspetti. Grazie ad un concorso svoltosi all'interno delle classi elementari, sono state scelte tre tra le tante frasi che i bambini hanno esternato per esprimere il loro concetto di 'rispetto della natura'. Pur riconoscendo la validità e l'impegno di tutti i partecipanti, lo spazio grafico ci ha costretti a scegliere tra espressioni che appartenessero a bambini frequentanti tutte le cinque classi elementari. Non si rammarichino gli altri anzi ……., che il loro impegno verso un'educazione spesso dimenticata dal mondo degli adulti sia d'incentivo a questi ultimi.
Le borse, interamente realizzate in cotone, sono state volute nell'intento di favorirne l'uso costante in sostituzione di quelle in plastica che, spesso e malvolentieri, troviamo poi abbandonate nelle strade o nei boschi. Una prima 'tranche' è stata regalata a tutti i bambini che frequentano la nostra scuola, ai bambini dei tre asili, al centro sociale di Porto e ai frequentatori della locale biblioteca.
Chiunque voglia averla a disposizione può invece recarsi presso gli sportelli comunali e richiederla dietro il versamento simbolico di £. 1.000 che servirà ad un eventuale reinvestimento per il proseguo dell'iniziativa.

Gregorio Gagliardi

San Michele: ritrovato un masso con incisioni rupestri

Franco Rabbiosi, già conosciuto per una analogo ritrovamento nei boschi della Froda (Castelveccana) ha scoperto nei boschi di San Michele due massi che riportano antiche incisioni rupestri: moltissime croci, disegni antropomorfi, alberi stilizzati, possibili divinità. Simili ritrovamenti avvennero in passato ad opera del dott. Astini in Valveddasca e a Montegrino. La scoperta riveste carattere di notevole importanza e potrebbe dare un contributo per lo studio degli insediamenti preistorici e successivi in Valtravaglia e sul Verbano. Sono in corso i dovuti accertamenti per valutare l'importanza storica del ritrovamento, soprattutto la datazione delle incisioni (alcuni che hanno visitato il masso propendono per una datazione medioevale), per l'adozione di eventuali provvedimenti di tutela.

Il Comune in TV

Grazie alla disponibilità dell'emittente VCO-Azzurra Tv, la televisione che copre la sponda piemontese e lombarda del Lago Maggiore, anche Porto Valtravaglia è presente quasi settimanalmente nei TG delle ore 20 e delle 23,30 e durante il mese nel Notiziario settimanale del mercoledi con alcuni "special". Un nuovo appuntamento per tutti con le cronache comunali e turistiche del nostro paese.

E' nato a Musadino il primo Merlot del Lago Maggiore

Nell'area del Luinese, già fertile per la produzione di formaggi e salumi anche grazie agli indirizzi voluti dalla Comunità Montana, si sta registrando ora una interessante attività vitivinicola.
E' dei giorni scorsi la notizia della nascita, proprio a Porto Valtravaglia, del primo "Merlot del Lago Maggiore": 980 bottiglie di pregiato vino prodotto da Fabio Giacomo Sardini nella sua "tenuta" di Musadino.
E' stato ottenuto per il 100% dalla vinificazione delle omonime uve, è di colore rosso rubino con un bouquet intenso e fruttato di lampone; gradazione alcolica 12% vol.
Una buona notizia, è il caso di dirlo, per coloro che apprezzano i prodotti della nostra terra!

 

Lo "Sportello Unico per le attività produttive" sarà aperto a Luino

La Comunità Montana ha aderito alla proposta del Comune di Luino per la gestione associata, a livello comunitario, dello Sportello unico per le attività produttive. E' prevista una spesa iniziale di Lire 115/milioni dei quali 88 saranno posti a carico della Comunità Montana, i rimanenti toccheranno al Comune di Luino.
Lo "Sportello unico" voluto dalla legge di semplificazione delle procedure amministrative, dovrebbe rispondere alle esigenze di assistenza per chi intende avviare una nuova attività produttiva e necessita quindi di una serie di autorizzazioni (per lo più rilasciate da amministrazioni diverse, es. dal Comune, dalla Provincia, dalla Regione, dall'ASL, dai Vigili del Fuoco, ecc.). Lo Sportello preparerà tutta la documentazione necessaria che il richiedente dovrà poi sottoporre ai singoli Enti per il rilascio delle autorizzazioni.

Lampade votive cimiteri

Il contratto a suo tempo sottoscritto con la società SAIE era scaduto e l'amministrazione comunale ha preferito assumersi il servizio e la proprietà dell'impianto delle lampade votive cimiteriali. Le tariffe sono state fissate in linea con le precedenti, Lire 21.000 annue e Lire 29.000 una tantum all'allacciamento. Sono già state emesse le bollette del 2000 e prossimamente saranno riscosse quelle del 2001. Potranno essere pagate presso la Tesoreria Comunale Banca Popolare di Luino e di Varese (senza spese) oppure tramite bollettino postale.
Per ogni informazione, gli utenti possono rivolgersi agli Uffici Comunali.

 

350 lire di sconto sulla benzina
qualcuno ancora non lo sa?

A giudicare il numero delle tessere regionali ancora giacenti in Comune e mai ritirate, si direbbe che molti ancora non sanno dello sconto di lire 350 al litro sull'acquisto della benzina. E' un vantaggio economico non di poco conto, del quale possono beneficiare i proprietari di autovetture residenti nel nostro Comune.
Maggiori informazioni si possono trovare su www.portovaltravaglia.it, anche per le procedure da seguire in caso di cambio di vettura, residenza, smarrimento o deterioramento tessera, ecc.

 

Scuola Media: i comuni pagano il P.O.F.

La scuola media consorziale fra Porto e Castelveccana beneficerà di un contributo di Lire 7/Milioni per le attività extra scolastiche che compongono il cosiddetto P.O.F. (Piano Offerta Formativa). In pratica saranno i comuni a pagare alcune attività realizzate dalla scuola. Con la riforma scolastica, gli Istituti dovrebbero integrare il normale svolgersi delle lezioni con altre iniziative (seconda lingua, storia locale, ecologia, visite a musei, ecc.) che comunque entrano a far parte del curriculum degli alunni, coprendo i relativi costi con fondi propri o attraverso l'intervento di sponsor. Per quanto ci riguarda, la Dirigenza scolastica di Germignaga informa di non avere somme a disposizione e pertanto ne ha fatto richiesta ai Comuni interessati i quali - come avviene ormai da anni - collaborano a sostenere le attività extra-scolastiche.

Trasporti locali
La Provincia approva il piano triennale

In una riunione svoltasi il 2 aprile scorso presso la sede della Comunità Montana, presente l'assessore provinciale alla viabilità e trasporti Modesto Verderio, è stato presentato e discusso il Piano triennale dei servizi di trasporto pubblico locale, per quanto riguarda la Valtravaglia ed il Luinese.
Le proposte sono state giudicate dall'assemblea dei sindaci, in linea di massima, positive. Sono però state segnalate all'assessore alcune proposte da valutare:
- la presa in carico da parte della Provincia degli oneri sostenuti da alcuni Comuni e dalla Comunità Montana per l'effettuazione di servizi integrativi di trasporto, ritenuti utili ed indispensabili dalle amministrazioni locali;
- in caso della soppressione della corsa Agra - Milano, si prenda in considerazione soluzione alternative di collegamento sempre da Agra per Cittiglio o per Laveno, perché gli utenti si possano avvalere poi delle Ferrovie Nord per raggiungere Milano.

 

Ex Circolo: quale destinazione?

Sono ormai passati alcuni anni dalla donazione fatta al Comune da parte della Cooperativa di Porto Valtravaglia dell'immobile che un tempo era il Circolo di via Castello.
Nonostante diverse persone si siano dichiarate interessate ad un recupero per pubblico esercizio (bar, ristorante, pizzeria., ecc.) nessuno ha poi concretizzato la proposta, nonostante la disponibilità dell'amministrazione comunale. Anche il gioco delle bocce non riscuote più l'interesse d'un tempo (ci sono già dei campi a Muceno ed il bocciodromo a Bedero) e quindi tutta la struttura versa in uno stato d'abbandono che non è più possibile mantenere così.
Visto lo scopo sociale per il quale era stato costruito, l'amministrazione comunale intende raccogliere delle proposte concrete o almeno dei suggerimenti per trovare una destinazione dell'ex Circolo, proposte che siano orientate verso il "sociale". Ci aiuterete così ad impostare una corretta progettazione che tenga presenti le segnalazioni dei cittadini.
Potete utilizzare lo spazio qui sotto, ritagliandolo e consegnandolo in Municipio. Grazie a tutti, in anticipo, per la collaborazione!
(mandateci una e-mail a portoval@tin.it)