GIUGNO 2002 - N. 13

 

NELL'ALTO VARESOTTO C'E' VOGLIA DI SVILUPPO
Dal Luinese alla Valceresio, enti locali e forze sociali ragionano insieme su come rilanciare l'economia dell'area

La formula è ancora quella della cosiddetta "programmazione negoziata", a conferma di come lo strumento del Patto Territoriale sia un utile moltiplicatore degli investimenti, con interessanti ricadute economiche e occupazionali sul territorio.
Ora, dopo che, ancora grazie alle intese tra enti locali e associazioni imprenditoriali, si è ottenuto l'intervento dei fondi strutturali europei nel Luinese, si è pensato di dar vita, anche in questa zona, ad una iniziativa di programmazione negoziata per la migliore utilizzazione delle risorse in arrivo.
E' stato così costruito un "Progetto di sviluppo dell'Alto Varesotto" alla cui definizione hanno contribuito la Provincia, le Comunità Montane, il Comune di Luino, la Camera di Commercio, le associazioni imprenditoriali e le organizzazioni sindacali.
Le azioni concrete che vengono individuate per promuovere lo sviluppo del Luinese sono riconducibili a quattro assi di intervento: "Territorio", "Infrastrutture", "Mercato del lavoro", "Artigianato, Industria e Innovazioni tecnologiche".
All'interno di questi assi sono indicate azioni più precise come, ad esempio, il risanamento e la messa in sicurezza del territorio; la promozione turistica; l'adeguamento del sistema viabilistico; il potenziamento dei servizi pubblici; la disponibilità di aree attrezzate e servizi infrastrutturali per le imprese; interventi nelle politiche attive del lavoro e della formazione professionale; la valorizzazione dell'artigianato artistico, ed altro ancora.
Il Piano di sviluppo dell'Alto Varesotto è un altro strumento importante per rilanciare queste aree dopo un periodo caratterizzato da un certo appannamento, che ne ha infatti giustificato l'inclusione fra le aree beneficiarie dei fondi strutturali europei per la tornata 2000-2006. Tanto più che altre occasioni non ce ne saranno: è infatti prevedibile che dopo il 2006 i fondi strutturali saranno appannaggio dei Paesi dell'Est che, nel frattempo, dovrebbero entrare a far parte dell'Unione Europea, per attenuare gli squilibri economici all'interno di una Comunità che sarà più allargata rispetto all'attuale.
Occorre guardare con favore a questo fenomeno programmatorio, nuovo per la provincia di Varese, che vede enti locali ed altre forse ragionare insieme su come favorire nuove fasi di sviluppo economico. E' un fatto importante che deve essere registrato favorevolmente, perché il livello di sviluppo e di benessere che il Varesotto ha raggiunto nel passato richiede intelligenza e volontà per essere mantenuto in futuro. Siamo infatti in competizione con altri territori, anche di altre regioni, basti pensare, anche solo per quanto riguarda il turismo, alle potenzialità dell'altra sponda del Verbano, ed è quindi necessario porsi l'obiettivo di migliorare sempre di più: stare fermi equivale ad arretrare, quando ci sono più competitors in movimento.

Certo, la "programmazione negoziata" si rivela spesso un'operazione faticosa e richiede una buona dose di disponibilità al dialogo ed al confronto con altri partners, anche accantonando interessi particolaristici e privilegiando quelli d'area. Occorre anche la consapevolezza che il proprio specifico territorio fa comunque parte di uno più grande, quello dell'intera provincia, e che, per tale ragione, è bene non prescindere mai da una visione d'insieme, se si vogliono raggiungere risultati armonici che siano premianti per tutti.

Mauro Luoni - Varesefocus

P.R.G. finalmente APPROVATO!
La fine di un complesso iter

Il 14 giugno scorso la Giunta Regionale, con delibera n. 9416 ha definitivamente approvato il Piano Regolatore Generale del nostro Comune. Siamo arrivati alla fine di un complesso iter le cui ultime tappe sono state l'approvazione delle modifiche d'ufficio proposte dalla Regione (Consiglio Comunale del 10 gennaio) con controdeduzioni ed integrazione dell'indagine geologica sui torrenti Muceno e Ronè; il deposito presso gli uffici regionali dell'intera pratica per l'approvazione definitiva; l'esame favorevole da parte della Conferenza dei Servizi regionale. La pubblicazione sul BURL lo renderà esecutivo.

L'ATTIVITA' DEL CONSIGLIO COMUNALE

7 febbraio 2002
· Lettura e approvazione verbali precedente seduta del 10.1.2002
· Presentazione schema di bilancio di previsione per l'anno 2002, relazione previsionale e programmatica, piano delle opere pubbliche e bilancio pluriennale 2002-2004
· Adesione al Consorzio Risanamento Bacini della sponda orientale del Verbano da parte del comune di Curiglia con Monteviasco. Presa d'atto.
· Approvazione del Protocollo d'intesa del "Progetto di Sviluppo dell'Alto Varesotto".

25 febbraio 2002
· Lettura e approvazione verbali precedente seduta del 7.2.2002
· Comunicazione ai sensi dell'art. 53 c. 23 della legge 23.12.2000 n. 388
· Esame ed approvazione del bilancio di previsione per l'anno 2002, relazione previsionale e programmatica, piano delle opere pubbliche e bilancio pluriennale 2002-2004
· Approvazione della convenzione per la gestione comunitaria del servizio di assistente sociale
· Approvazione della convenzione per la gestione associata del servizio di segreteria comunale fra i comuni di Morazzone, Porto Valtravaglia, Dumenza e Brinzio.

2 maggio 2002
· Lettura e approvazione verbali precedente seduta del 25.2.2002
· Approvazione convenzione con la Provincia di Varese per il Servizio Informagiovani
· Individuazione delle parti di territorio comunale non metanizzate ai sensi dell'art. 13 comma 2 della legge 29.12.2001 n. 448
· Cessazione del Consorzio Intercomunale Impianti Sportivi. Provvedimenti: accettazione proposta di devoluzione del patrimonio ed approvazione piano di riparto.

Approvato il Bilancio 2002

Nella seduta del 25 febbraio il consiglio comunale ha approvato il bilancio di previsione per il 2002.
Questi i dati sintetici di previsione (esposti in migliaia di euro):

ENTRATE
Tributarie 1.067,9
Contrib. Statali e altri 229,3
Extra-tributarie 698,4
Altre 2.504,6
Da mutui e finanziamenti 413,3
Da servizi vari 294,9
tot. Entrate 5.208,4

USCITE
Amministrazione e gestione 642,7
Polizia locale 80,0
Istruzione pubblica 126,8
Cultura 43,6
Sport 4,0
Turismo 11,0
Viabilità 174,9
Territorio e ambiente 586,7
Servizi sociali 156,3
Tot. Spese correnti 1.826,0

Amministrazione e gestione 1.176,2
Sport 165,2
Viabilità 268,6
Territorio e ambiente 1.081,9
Servizi sociali 19,3
Tot. Spese in conto capitale 2.711,2

Rimborso prestiti 376,3
Servizi vari 294,9

Tot. Uscite 5.208,4

 

Il Piano delle Opere Pubbliche è già stato pubblicato sul numero di Dicembre 2001.


La Relazione della Giunta

La Giunta ha illustrato al consiglio principi ispiratori e programmatori e gli orientamenti per il medio periodo in tema di opere pubbliche e gestione corrente. Ne diamo qui uno stralcio.

Opere Pubbliche

La programmazione delle opere pubbliche per l'anno 2002 ha dovuto necessariamente tenere conto anzitutto delle opere realizzate sui bilanci immediatamente precedenti ed in corso di ultimazione, nonché di quelli in corso di consegna:

Cimitero di Domo (2° lotto) da appaltare
Porto Centro (Zamarra/Verbano) da ultimare
Fognatura Punta Molino/Inca da ultimare
Acquedotto S. Michele da ultimare
Fognatura Via Girelli/Domo da iniziare
Acque bianche Via Muceno da ultimare
Parcheggio Muceno da ultimare
Fognatura di Roccolo da consegnare
Illuminazione Via Nave, Ticinallo, Muceno da ultimare
e primo lotto Fugino

Sono poi da elencare le richieste di contributo/finanziamento a valere su leggi regionali a fronte dei seguenti progetti di riqualificazione urbana, i cui importi sono stati compresi nelle previsioni di bilancio 2002 in attesa di un loro accoglimento:

Centro Religioso di Domo 516.460 euro
Porto Centro/aree FS e demaniali 516.460 euro

Le opere a valere sul bilancio 2002 sono le seguenti:

Riqualificazione ex Bar cafferino 129.114 euro
Riqualificazione impianti sportivi 165.260 euro
Strettoia di Muceno 179.730 euro
Parcheggio di Musadino 68.160 euro
Sistemazione valleggi minori 51.600 euro
Fognatura via Borgato 118.785 euro
Area ex Circolo 103.290 euro
Recupero porto turistico storico 516.460 euro
Ampliamento Cimitero di Muceno 19.250 euro
Porto Centro 4 (via Roma) 258.230 euro
Valleggio di Ligurno 30.940 euro
Acquisizione aree per parcheggi 20.700 euro
Abbattimento barriere arch. Municipio 14.180 euro
Manutenzioni straord. Immobili 51.600 euro
Tributi e tariffe

Acquedotto e rifiuti
Il crescente costi dei servizi generali (acquedotto e rifiuti) non dipendenti dalla volontà dell'amministrazione, impongono una revisione delle tariffe per l'anno 2002.

Per il servizio idrico integrato viene adottata una nuova tabella che prevede un costo rapportato al consumo dell'acqua, per scaglioni quantitativi, con un fisso minino per tutti gli utenti pari a 25,83 euro.

I costi del servizio sono i seguenti:
acquedotto 152.714,96 euro pari a 92,56 per abitante
fognatura 19.520,00 euro pari a 16,91 per abitante
depurazione 119.000,00 euro pari a 103,04 per abitante

Per il servizio rifiuti vengono applicati degli aumenti differenziati per categorie, fermo restando lo sconto sociale del 30% alle famiglie monocomponenti secondo le caratteristiche già previste nel Regolamento. L'obiettivo è quello di arrivare al pareggio dei costi che ora fanno rilevare un disavanzo per abitante pari a 13,83 euro).

Il costo del servizio è il seguente:
raccolta e smaltimento 261.312,43 euro pari a 106,88 per abitante
con un disavanzo pari a 13,83 per abitante

I.C.I.
Sono state modificate le tariffe nelle seguenti misure:

prima casa riduzione al 5,75 per mille (ex 6,00 per mille)
seconde case aumento al 7,00 per mille (ex 6,50 per mille)

per riequilibrare i minori introiti derivanti dalla nuova tariffazione acquedotto sui "non residenti".

 

Altri settore di intervento

Servizi sociali
E' stato raggiunto un accordo con la Comunità Montana per avere la disponibilità di un'assistente sociale per 8 ore settimanali.
La spesa totale prevista in bilancio è pari a 21.483,19 euro (pari a 4.296,64 per utente assistito)

Cultura e scuola
Proseguirà nell'anno l'attività della Biblioteca, particolarmente rivolta agli studenti, con l'inserimento di attività parascolastiche e creando, in collaborazione con la Scuola Media di Castelveccana, un punto di accesso INTERNET assistito presso la sede della Biblioteca.
Sarà organizzata la 12a Stagione Musicale e sarà pubblicato il volume annuale di storia locale "Loci Travaliae".
La scuola dell'obbligo vede impegnato il Comune con una spesa pari a 29.350,88 euro (pari a 250,87 euro per alunno)

Gestione impianti sportivi
Il raggiunto accordo sullo scioglimento del Consorzio Gestione Impianti Sportivi con Castelveccana porterà alle casse del Comune introiti correnti pari a ca. 51.000 euro e per investimenti in c/capitale pari a 165.260 euro. Per questo importo, già inserito nel Piano delle OO.PP., si identificheranno i settori di intervento prioritario.

Patrimonio

Questi sono gli interventi previsti sul patrimonio comunale:

· Il Comune procederà all'alienazione del fabbricato di cui all'eredità Clementina del Conte il cui ricavato sarà destinato ad un primo intervento sulla proprietà ex Circolo, intervento finalizzato alla realizzazione del nuovo Centro Sociale.
· Sono in corso di acquisizione tre aree strategiche (Muceno, Musadino e Domo) già vincolate ad uso pubblico. A Domo (via Girelli) e a Musadino (via Matteotti) è prevista la realizzazione di due parcheggi di modeste dimensioni, ma atti a risolvere i problemi di viabilità interna alle due frazioni.
· Sono pure in corso di acquisizione i due immobili in precarie condizioni situati nella strettoia dell'abitato di Muceno, grazie ad uno stanziamento della Comunità Montana. I fabbricati saranno demoliti per realizzare l'ampliamento viario della provinciale.
· In concomitanza con lo scioglimento del Consorzio Gestione Impianti Sportivi, il Comune di Castelveccana cederà al nostro Comune, a parziale compenso di quanto complessivamente dovutoci, la proprietà del 50% della casa parrocchiale di Domo, il cui progetto di recupero è compreso nel Piano delle OO.PP.

 

Sciolto il Consorzio per sport: viva lo sport!

Non è stata una resa dell'amministrazione comunale, ma una scelta, pur sofferta, quella di sciogliere il Consorzio Gestione Impianti Sportivi. Istituto nel 1985 con il comune di Castelveccana per la costruzione e la gestione del campo di calcio di Ronchiano, ha allargato la sua attività con l'acquisto e la realizzazione del campetto in località Piangiolo. I costi per il mantenimento del Consorzio (circa 25 milioni di lire all'anno) e le procedure amministrative conseguenti - quasi fosse un terzo Comune - hanno deposto a favore di uno scioglimento alla naturale scadenza del 31 dicembre 2000. Anche la verificata impossibilità da parte di Castelveccana di fare altri investimenti in consorzio nel settore dello sport, ha contribuito alla decisione.
Quale sarà il futuro?
La nostra amministrazione ha prestato sempre attenzione al settore dello sport: basti vedere gli investimenti fatti nel passato e il pieno utilizzo della palestra e del campetto di Piangiolo e quindi non cambierà certo rotta, anzi! Il comune di Porto Valtravaglia ora è diventato esclusivo proprietario del Piangiolo e ne curerà direttamente la gestione e la manutenzione, attraverso la Pro Loco, cui sarà affidato e come già è stato fatto per la palestra. Lo sport continuerà pertanto ad essere fra gli obiettivi primari del nostro Comune.

Spiagge e Cafferino: finalmente al Comune!

E' il caso di dirlo: finalmente, dopo un travagliato percorso burocratico iniziato nel 1985 e proseguito fra alterne vicende , il Comune di Porto Valtravaglia ha ottenuto la concessione demaniale di importanti aree a lago che comprendono tutta la passeggiata a lago, Punta Molino, la spiaggia confinante con la Stazione FS ed il fabbricato dell'ex Bar Cafferino.
Il lungo iter si è concluso quando le competenze in materia di aree demaniali sono passate dal Genio Civile all'Ufficio del Demanio Lacuale costituito in forma di gestione associata fra i comuni della sponda lombarda del Lago Maggiore, ai sensi della Legge Regionale n. 22 del 1998.
L'amministrazione comunale sta ora affrettando l'approvazione di un progetto di ristrutturazione dello stabile dell'ex bar e di riqualificazione dell'area circostante, così da inserire il fabbricato nel contesto del rinnovato lungolago.

 

Diritto allo studio: stanziati 4.300 Euro

Per l'anno 2002 l'amministrazione comunale ha stanziato 4.300 Euro (ca. 8.000.000 di lire) per garantire il Piano al Diritto allo Studio per le Scuole Elementari. La somma sarà utilizzata direttamente dalla scuola per progetti ed iniziative proprie va ad aggiungersi a quanto già il Comune paga per il funzionamento della scuola stessa (contributo alla Direzione Didattica, materiali di cancelleria varia, materiale per le pulizie, cedole librarie, registri di classe, luce, acqua, riscaldamento, telefono). E' un primo passo, non indifferente, per garantire una certa autonomia didattica alla nostra scuola.

 

CORSO DI TEATRO ALLE ELEMENTARI

Nel mese di gennaio e febbraio gli alunni delle classi seconda, quarta A e quinta hanno partecipato al corso di formazione teatrale sotto la guida degli esperti del Teatro Blu e con la collaborazione degli insegnanti hanno messo in scena uno spettacolo di animazione teatrale ispirato alla favola "Il piccolo principe". La preparazione della recita ha coinvolto i bambini con diverse attività educative, quali la lettura del testo, la drammatizzazione, l'ascolto di musiche e la memorizzazione di filastrocche con la progettazione di semplici danze di accompagnamento. Con l'aiuto dei genitori, sono stati realizzati anche i costumi. Lo spettacolo è stato presentato in palestra lo scorso 4 febbraio. Il pubblico intervenuto ha apprezzato l'iniziativa.

CONCERTI D'ESTATE
Quando la Musica fa Cultura

Questo è il calendario della undicesima stagione musicale "Musica a Domo" ormai consolidata con i suoi due concerti che si tengono nella chiesa di Domo ed un terzo nella chiesa di Porto:
· domenica 21 luglio, ore 21 a Domo: nell'ambito della 22a rassegna provinciale "Antichi Organi" suonerà il M° Giancarlo Parodi;
· domenica 4 agosto, ore 21 a Domo: l'Orchestra "Vox Aurae" presenterà due concerti brandeburghesi di J.S. Bach ed altri brani classici;
· domenica 1 settembre, ore 21 a Porto: il quartetto "Flutes en vacances" suonerà nella chiesa del capoluogo alcuni brani di musica classica.

 

Concessioni demaniali: censimento in vista!

Nelle prossime settimane sarà attivato un censimento delle concessioni demaniali, con rilievo puntuale delle singole situazioni e, naturalmente, degli eventuali abusi, con particolare riferimento alle boe. L'operazione è coordinata dall'Ufficio Demaniale di Laveno con i comuni aderenti alla convenzione. Sarà lo stesso ufficio a disporre, nella prima settimana di luglio e di agosto, alla rimozione delle boe abusive.

Come si pagano le concessioni demaniali

Dal 1° gennaio scorso i pagamenti dei canoni di concessione demaniale devono essere effettuati esclusivamente tramite versamento sul c/c postale n. 11578218 intestato a "Comune di Laveno Mombello - Gestione Demanio Lacuale - Servizio Tesoreria".
L'ufficio della Gestione Associata del Demanio Lacuale (Laveno Mombello, via Cesare Battisti 46) risponde ai seguenti numeri:
telefono: 0332-661.330
fax: 0332-626.990
e-mail: demanio.laveno@libero.it


Nuova Assistente Sociale

A far tempo dallo scorso 1° marzo è entrata in servizio a Porto Valtravaglia una nuova assistente sociale, la sig.ra Mercurio, grazie ad un accordo realizzato dalla Comunità Montana fra i comuni della Valtravaglia che ne erano sprovvisti. Il servizio al è aperto al pubblico ogni lunedi dalle 9 alle 13.


Trascorri l'estate con noi!

A partire dal mese di giugno e fino a settembre si snoda un articolato calendario di manifestazioni per tutti i gusti, per trascorrere quattro mesi intensi con un po' di divertimento, musica e cultura.
La Pro Loco ci dà appuntamento con il suo programma, ampliato da altre manifestazioni e feste che ormai sono nella tradizione locale del capoluogo e delle frazioni.

Sabato 6 Luglio Concerto Corpo Filarmonico Cittadino di Malnate - Ore 21.00

Venerdì 12, Sabato 13 e Domenica 14 luglio - Festa di Domo

Venerdì 26 Luglio "Dalla Favola al Teatro - La bella addormentata nel bosco" compagnia teatrale "Gli Atecnici" di Busto Arsizio - Ore 21.00

Venerdì 2 Agosto Rassegna Spettacolo di burattini - "Cortili e giardini 2002" Ore 21.00 - lungolago

Sabato 3 Agosto - Festa della Bocciofila Valtravagliese
Ore 12.00: Apertura Stand Gastronomico
Ore 14.00: Parata dei Campioni (16 atleti) Bocciodromo Brezzo di Bedero
Ore 19.30: Cena e danze per Bocciofili e non con musica dei "Magic Live"

Domenica 4 Agosto
Ore 9.00: Gara Nazionale - Presso i Bocciodromi della Provincia di Varese
Ore 12.30: possibilità di pranzo aperta a tutti sul Lungolago
Ore 14.00: Finali - Bocciodromo Brezzo di Bedero - Seguirà Premiazione
Ore 19.30: Cena e danze con i "Magic Live" Lungolago

Domenica 4 agosto - Festa di Muceno

Ferragosto 2002 - ballo, spettacolo e ristorazione in piazza
Lunedì 5 Agosto Cinema sotto le stelle
Sabato 10 Agosto Serata danzante con "Fulvio e Marcella"
Domenica 11 Agosto Serata danzante con orchestra "Beppe Nardi"
Lunedì 12 Agosto Cinema sotto le stelle
Mercoledì 14 Agosto Serata danzante con orchestra "Marina Madreperla
Giovedì 15 Agosto Serata danzante con orchestra a "Latin Prestige"
Venerdì 16 Agosto Serata danzante con "Emanuela e Paolo"
Venerdì 16 Agosto Grande spettacolo pirotecnico sul lago - alle 22,30
Sabato 17 Agosto Serata danzante con orchestra brasiliana "Axe Baba" e "Fulvio e Marcella"
Domenica 18 Agosto Serata danzante con "Susanna e Alessandro"
Lunedì 19 Agosto Cinema sotto le stelle

Mercoledì 21 Agosto BRASIL: "IPANEMA SHOW" Ore 21.30

Sabato 24 Agosto Serata danzante con orchestra "Ritmo 2001"

Domenica 25 Agosto Serata danzante con "Emanuela e Paolo"

Lunedì 26 Agosto Cinema sotto le stelle

Domenica 1 settembre - Festa all'Alpe di S. Michele

Dal 22 giugno al 15 settembre si svolgerà la rassegna d'arte all'aperto "APERT'ARTE" giunta ormai alla sua 4a edizione. Saranno esposte sculture di Claudio Borghi.

Porto Antiqua: antiquariato sul lungolago

 

Anche per Ferragosto - dal 10 al 15 agosto - il nostro lungolago ospiterà la fiera dell'antiquariato PORTO ANTIQUA, giunta ormai alla 9a edizione, dopo l'ampio successo di pubblico per l'edizione di Pasqua. Una ventina di espositori qualificati presenteranno mobili, lampadari, libri, giornali, stampe, monete, cartoline, sculture e quadri, e quant'altro è ormai entrato a far parte degli interessi e della passione di molti collezionisti. L'organizzazione della manifestazione è curata da Confarte - Confesercenti Varese, in collaborazione con Comune e Pro Loco.

 

A Domo un centro culturale della Valtravaglia?

Potrebbe essere questa una possibile destinazione della Casa Parrocchiale del 1600, una volta perfezionata la cessione del 50% della proprietà del Comune di Castelveccana al nostro Comune e formalizzati i necessari accordi con la Parrocchia e la Curia Arcivescovile di Milano.
Un progetto di recupero dell'intero centro era già stato approvato dal Comune, dalla Regione e dalla Soprintendenza ai Monumenti della Lombardia, ma il primo contributo attribuito all'iniziativa (poco meno di 150 milioni di lire) per altro solo deliberato, ma non ancora stanziato da parte della Regione, non consente un intervento risolutivo.
Sono allo studio altre forme di finanziamento a fondo perduto che consentano di recuperare integralmente la casa parrocchiale per trasformarla in un Centro Culturale e Museale della Valtravaglia, considerata la valenza storica e culturale dell'edificio che fu dimora di Giovanni Giuseppe Vagliano, parroco di Domo, autore nel 1710 di un libro dal titolo "Le rive del Verbano". E' stata anche inoltrata una domanda al Ministero per usufruire dei fondi accantonati dell'8 per mille dell'IRPEF, proprio finalizzati al recupero dei beni monumentali di importanza storica e culturale.

Interreg III - Il Comune concorre per il turismo

Il 27 marzo scorso il nostro Comune ha presentato la propria domanda di finanziamento a valere sugli accordi Italo-Svizzeri per sostenere le iniziative tendenti a sviluppare il turismo e la ricettività, in accordo con operatori locali e svizzeri.
Il progetto comprende, per la parte pubblica, il nuovo porticciolo turistico (sulle fondamenta di quello demolito negli anni 30), la copertura parziale del torrente Ronè per ricavarne dei parcheggi, la riqualificazione delle aree della Stazione FS e vicina spiaggia e, per la parte privata, lo sviluppo dell'ex Vetreria.


La Regione finanzierà i porticcioli

Così è emerso nella riunione svoltasi a Luino lo scorso 26 febbraio fra i comuni dell'alta sponda del lago (da Castelveccana a Pino Tronzano). Il 12 aprile abbiamo presentato il nostro progetto di realizzazione di un nuovo porticciolo sulle fondamenta di quello esistente negli anni '30.
Intanto sono terminati i lavori di sistemazione del vecchio porticciolo, anch'essi finanziati da contributo regionale. E' stato ripulito il fondale e rifatto lo scivolo in acqua.

 

Cava Trigo: i Comuni prendono posizione

I comuni di Brezzo di Bedero e di Porto Valtravaglia hanno commissionato uno studio preliminare di fattibilità circa il possibile recupero ambientale della Cava Trigo che soddisfi alcuni requisiti ritenuti irrinunciabili dalle due amministrazioni. Anzitutto il recupero non deve avvenire mediante escavazione di altro territorio se non in maniera limitata alle necessità di sistemazione dei torrenti Trigo e S. Pietro; il corso dei due torrenti dovrà essere mantenuto per lo più lungo il percorso originario, a sufficiente distanza dalle scarpate di cava; il fronte escavato in passato e già rimboschito lungo il confine comunale di Porto Valtravaglia dovrà essere mantenuto nello stato attuale. Su queste linee dovrà essere poi redatto il progetto definitivo e sottoposto agli Organi competenti interessati. Con l'approvazione di questo progetto e anche con il provvedimento di sequestro disposto il 18 aprile scorso dalla Magistratura, si dovrebbe aprire così un'ultima stagione che porterà al ripristino ambientale definitivo della Cava Trigo.

La Provincia promuove l'arte

Il Battistero di Domo e la chiesa di S. Michele sono i due monumenti che appaiono sui nuovi cartelli turistici che l'amministrazione provinciale, su nostra segnalazione, ha installato sul nostro territorio comunale. Esso fanno parte di un ampio progetto realizzato dalla provincia di Varese e finalizzato a far conoscere, località per località, i tesori d'arte e naturali esistenti.
Per la chiesa di S. Michele la Provincia ha inoltre stanziato un contributo di 38.000 euro destinato al recupero degli affreschi.

Catasto: prossimo il decentramento a Luino?

La conferenza dei sindaci della Comunità Montana Valli del Luinese, svoltasi il 15 aprile scorso, ha deciso di aderire alla proposta del Comune di Luino di svolgere, per conto dei comuni aderenti (in pratica tutti i sedici comuni del nostro ambito montano), le funzioni catastali.
In pratica verrà costituito presso il municipio di Luino un ufficio con tre dipendenti più un quarto fornito dall'amministrazione statale, presso il quale potranno essere svolti tutti i servizi che ora vengono forniti dall'Ufficio Tecnico Erariale di Varese: visure catastali, frazionamenti, dichiarazioni docfa, volture, ecc.
Il servizio porterà senz'altro dei benefici agli operatori del settore, ma migliorerà anche l'integrazione dei processi tecnico-amministrativi catastali e comunali; fornirà una migliore conoscenza dei beni immobiliari (ottimizzando i processi impositivi sugli stessi); infine offrirà al cittadino un servizio più agevole, funzionale e conveniente. L'ufficio periferico di Luino sarà collegato in tempo reale con Varese, dove comunque resterà l'archivio generale del Catasto per le necessarie forme di controllo.


Sistema Bibliotecario dei Laghi: si parte!

Con la sottoscrizione della convenzione, avvenuta il 16 aprile scorso, fra i comuni della sponda lombarda del Verbano e vicini (qualcuno escluso) è ufficialmente sul punto di partenza il nuovo "sistema bibliotecario" voluto dalla Provincia di Varese. Vi fanno parte i comuni di Angera, Brebbia, Brenta, Brezzo di Bedero, Brinzio, Caravate, Casalzuigno, Cittiglio, Cocquio Trevisago, Cremenaga, Cunardo, Cuveglio, Gavirate, Gemonio, Grantola, Ispra, Lavena Ponte Tresa, Luino, Marzio, Laveno Mombello (capo convenzione), Monvalle, Porto Valtravaglia, Ranco, Sesto Calende, Somma Lombardo, Taino, Ternate, Travedona Monate e Vergiate.
L'accordo, attraverso il neo-costituito "sistema" si propone di svolgere i seguenti compiti:
· coordinamento dei programmi delle biblioteche associate;
· coordinamento degli acquisti
· collaborazione con la Provincia per la formazione dei cataloghi collettivi e per la realizzazione di un sistema informatico integrato
· collaborazione con la Provincia per la gestione del prestito fra biblioteche
· aggiornamento del Personale delle biblioteche
· promozione della lettura
· collaborazione con strutture socio-culturali
Un programma ambizioso, dunque, che però fa riferimento a biblioteche ormai consolidate nelle proprie aree territoriali e che quindi è pienamente realizzabile.

 

Ricordo di Giovanni Petrolo

L'inattesa scomparsa di Giovanni Petrolo, alla soglie dei cent'anni, ha lasciato un vuoto che non facilmente sarà colmato in Valtravaglia, essendo certamente poche le persone che possono vantare una storia personale e familiare così ricca di eventi e di impegni.
In apertura del consiglio comunale del 25 febbraio scorso, il sindaco ha fatto memoria del "signor Gianni", come tutti affettuosamente lo chiamavano, tratteggiandone la figura, soprattutto nei rapporti intercorsi con l'amministrazione comunale, di grande disponibilità a poter offrire qualcosa che potesse tornare di utilità per la comunità di Porto Valtravaglia. Anche grazie a lui è stato realizzato il parcheggio vicino al Circolo di Muceno ed il marciapiede che collega Muceno a Ticinallo.

 


In arrivo lo sconto per le zone non metanizzate

Il consiglio comunale del 2 maggio scorso ha approvato la planimetria del territorio comunale indicante le "zone metanizzate" ai sensi della Finanziaria 2002. La nuova legge ha definitivamente chiarito quali comuni e quali aree possono usufruire dell'agevolazione sul prezzo dei combustibili da riscaldamento. Gli utenti interessati possono verificare presso l'Ufficio Tecnico comunale la propria situazione.

 

"Marchio Qualità" all'Albergo del Sole

La Camera di Commercio di Varese ha distribuito alle strutture ricettive della provincia il "Marchio Qualità", il prestigioso riconoscimento giunto quest'anno alla seconda edizione. Gli hotel sono stati visitati a sorpresa da alcuni esperti e salutati da un'apposita commissione. Fra gli hotel confermati, perché si sono particolarmente distinti per comfort e qualità, troviamo l'Albergo del Sole di Porto Valtravaglia, accanto ad altri ben conosciuti come Hotel Camin di Luino, Villa Malpensa di Vizzola Ticino, Palace di Varese, Torre Imperiale di Maccagno. "Con questo riconoscimento - ha detto Angelo Belloli, presidente della CCIAA - si vuole evidenziare l'importanza dello sforzo compiuto da imprenditori alberghieri che credono nel miglioramento e nell'impegno costante verso la soddisfazione del cliente".

 

Vandali all'opera

Anche quest'anno i soliti ignoti hanno colpito. Negli scorsi mesi sono stati incendiati alcuni cassonetti della spazzatura e della raccolta della carta; è stata tagliata e bruciata una parte del parapetto di protezione che gli Alpini, in collaborazione con il Comune, avevano realizzato al Pian Cuvinicc. Sono scattate le denunce ai Carabinieri, ma sono poche le speranze di trovare i colpevoli. Resta l'amaro che possano accadere tali vandalismi "gratuiti" quando si cerca di rendere più accogliente e pulito il paese.

Andar per sentieri

Giuseppe Reggiori, infaticabile, ha continuato nel suo hobby (una passione, più che un lavoro) di ripristinare e segnalare i sentieri che percorrono le nostre montagne, come dice lui, "in senso filologico sull'affetto della memoria" laddove il tempo, gli animali o gli uomini "hanno sfigurati le orme di gesti e usanze, le vecchie tracce".
A fianco dei sentieri troviamo i segni del suo passaggio: legna sapientemente tagliata e accatastata, pietre poste - quasi piccoli monumenti - a segnare il cammino, Madonne protettive dei viandanti. Ultima quella della Cappella del Riposo, inaugurata lo scorso primo maggio.
Grazie, Pinuccio!

 

RIFIUTI: UN PROBLEMA DI TUTTI

I costi del servizio raccolta e smaltimento rifiuti, domestici e ogni altro, sono sempre in aumento, e così pure le tariffe da applicare. L'unico modo per porre freno a questa continua rincorsa fra costi e tariffe è incrementare la raccolta differenziata, dividendo già all'origine - cioè nelle nostre case - i vari componenti: rifiuti domestici (sacco nero), plastica (sacco giallo), vetro (bidone verde), carta e cartoni, pile, medicinali, ingombranti.
Il servizio dei rifiuti domestici viene effettuato tre giorni alla settimana (lunedi, mercoledi e venerdi), le altre raccolte nei vari giorni del mese, a cadenza prestabilita.
Deve essere senz'altro privilegiato il servizio porta a porta, evitando per quanto possibile il conferimento dei rifiuti ai cassonetti. Questi, per motivi di igiene e visti i continui vandalismi, sono destinati ad essere man mano eliminati, proprio per educare al servizio raccolta a domicilio. Questo vale anche per il vetro, la plastica e la carta.
E' inoltre assolutamente vietato lasciare presso i cassonetti materiali ingombranti e/o pericolosi (es. frigoriferi, televisori, vetri, batterie per auto).
E' stata emessa una specifica ordinanza che, in applicazione del Regolamento Raccolta Rifiuti, dispone "salate" sanzioni a coloro che abbandonano rifiuti per le strade fuori dai giorni destinati alla raccolta o in luoghi non idonei.
Ricordiamo che è sempre aperto il Centro Raccolta Differenziata in loc. Trigo, dove tutti possono portare gratuitamente gli ingombranti, la plastica, il vetro, la carta, frigoriferi e televisori, batterie esauste, e - solo i privati - verde e ramaglie e modeste quantità di detriti derivanti da demolizioni.
Pubblichiamo il calendario da luglio a dicembre dei giorni stabiliti per le raccolte differenziate: può essere ritagliato e tenuto in evidenza.
L'Amministrazione Comunale fornisce un servizio che non tutti i comuni hanno in maniera così articolata: chiede solo un po' di collaborazione e tanto senso civico! Un sincero "grazie" a tutti coloro che collaboreranno a rendere i nostri paesi più puliti ed accoglienti.
Scarico acque sulle strade provinciali

La Provincia - a seguito delle intense precipitazioni piovose dei mesi scorsi - la rilevato che le strade provinciali vengono interessate da ingenti quantità d'acqua e detriti che si riversano dalle strade comunali e private, arrecando gravi disagi alla circolazione e danni alla pavimentazione stradale e, talvolta, danni anche agli utenti della strada. La Provincia invita i cittadini ad adempiere quanto previsto dagli artt. 15 e 31 del nuovo Codice della Strada, onde evitare sanzioni e provvedimenti cautelativi da parte della Provincia stessa.
In particolare i citati articoli del Codice della Strada obbligano i proprietari confinanti con le strade provinciali a mantenere in buona manutenzione le ripe sia a monte che a valle delle medesime, per quanto riguarda la corretta canalizzazione delle acque, gli alberi, eventuali frane e smottamenti, l'abbandono dei rifiuti di ogni genere.

Servizio raccolta inerti

La Comunità Montana ha attivato presso la piattaforma ecologica in loc. Trigo un punto di raccolta per gli inerti, riservato esclusivamente ai privati e per modeste quantità (max ca. 100 kg per persona).
L'elevato costo del servizio impone severe limitazioni, ma i privati cittadini possono servirsene per eliminare in maniera corretta piccole quantità di materiali derivanti da manutenzioni interne, sostituzione di sanitari, ecc., mentre le imprese edili dovranno conferire gli inerti alle ditte specializzate che provvedono alla loro macinazione ed al riutilizzo.

 

L'alluvione presenta il conto

Sono state tirate le somme dei danni causati dagli eventi alluvionali del 3, 4 e 5 maggio scorsi. Da un esame della situazione, sono emersi numerose situazioni di compromissione del territorio, non gravissime, ma tutte bisognose di attenzione. Anche il maltempo nella prima settimana di giugno ha arrecato altri danni: il maggiore è stato il cedimento della condotta fognaria di Via Isolabella, nel capoluogo.
La Regione ci ha riconosciuto l'ammissibilità al "pronto intervento" per la sola frana di Via Erbè. Per i restanti danni dovrà occuparsene direttamente il Comune, nella speranza di ottenere poi qualche contributo statale o regionale.
La Provincia è intervenuta direttamente sul tratto di Viale Lucchini (Fugino) con la ricostruzione del muro di protezione ed il consolidamento dello stesso nel letto del torrente Ronè.

 

Celebrazione a Porto della Battaglia di S. Martino

L'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia ha proposto al nostro Comune di celebrare a Porto Valtravaglia l'anniversario della battaglia del San Martino. Sarà una domenica verso la metà del prossimo novembre, secondo un programma ancora da stabilire. E' la prima volta che tale celebrazione avviene a Porto Valtravaglia e l'amministrazione ha accolto positivamente la proposta.

La Regione per le stazioni FS

La Regione darà un parziale sostegno ai Comuni che hanno stipulato contratti di locazione con le Ferrovie dello Stato per la conservazione delle stazioni dismesse. Anche il nostro Comune ha presentato la documentazione per beneficiare di eventuali contributi, considerato il fatto che ormai da qualche anno utilizziamo la stazione stessa, lo scalo merci ed il piazzale, e ne curiamo la manutenzione a scopo turistico.


INFORMA-GIOVANI: UN NUOVO PROGETTO

Gli sportelli InformaGiovani hanno iniziato a lavorare sul fine degli anni '70 per offrire uno strumento per l'inserimento dei giovani nella vita sociale, culturale e professionale, attraverso un'attività di informazione e di consulenza. Oggi le politiche sociali della Provincia propongono un progetto di riqualificazione del servizio, rilanciandone il ruolo a tutto campo, sviluppando al tempo stesso alcuni aspetti per adeguarlo alla realtà del nostro territorio.
Il nostro comune ha prontamente aderito alla nuova convenzione con l'Amministrazione Provinciale, alla quale partecipano circa 50 Comuni e due Comunità Montane. Il nuovo progetto si svilupperà a partire dall'estate e si consoliderà nel prossimo autunno con una serie di eventi e di appuntamenti speciali.
Attualmente il nostro sportello InformaGiovani è aperto tutti i venerdi dalle 15 alle 17 presso il Municipio.

 

Loci Travaliae: è uscito l' 11° volume

E' stato presentato ufficialmente nel corso della settimana "Praesidia Itineris - Castelli sulle vie del lago" fresco di stampa l'undicesimo volume edito dalla nostra Biblioteca e dedicato alla storia locale. Il prezzo di vendita è stato fissato in 10 euro, scontato a 7 euro per i soci della Biblioteca. A scopo promozionale, la collezione del primi 10 numeri è offerta al prezzo speciale di 80 euro.

Gli argomenti trattati sono i seguenti:
· "La salute, la malattia, la medicina e la storia" a cura di Giuseppe Armocida;
· "Uva e vini nella zona dell'Alto Verbano" a cura di Giuliana Ronzoni Lalatta;
· "Rilievi e considerazioni sull'antica Rocca di Travaglia" a cura di Maurizio Isabella e Franco Noseda.

Il volume è arricchito da una carta riportante il rilievo topografico della Rocca di Caldè sulla quale era situato l'antico castello, così come appare dal rilievo effettuato nel marzo 2002.

 

Bollettazione acquedotto

Sono in spedizione le fatture relative ai consumi dell'acqua potabile per il periodo 30 giugno 2001 - 30 giugno 2002. Quella in distribuzione è la fattura di acconto del primo semestre.
Come di consueto il pagamento potrà essere effettuato, senza aggravio di spese, direttamente presso la Tesoreria Comunale gestita dalla Banca Popolare di Luino e di Varese (Piazza Imbarcadero 17), oppure presso l'Ufficio Postale.

 

PRAESIDIA ITINERIS
Castelli sulle vie del Lago

A cura della Biblioteca Civica e della Pro Loco di Porto Valtravaglia, si è svolta nel Salone Pro Loco dall'8 al 15 giugno 2002, la seconda settimana culturale e di storia locale, dopo il successo ottenuto lo scorso con l'organizzazione del Convegno dei Verbanisti. Il tema di quest'anno è stato quello dei castelli, ed il titolo dato alla settimana racchiude il significato, la funzione e la storia di tante fortificazioni, molte ormai scomparse o deteriorate, che erano state poste a presidio dei viaggiatori sulle vie del lago.

Sabato 8 giugno si è iniziato con la presentazione delle pubblicazioni storiche locali ed. 2002 (LOCI TRAVALIAE - TERRA E GENTE - RONDO', RIVISTA SOCIETA' STORICA VARESINA, VERBANUS). Sono intervenuti: Giuseppe Armocida - Giuseppe Barra - Piera Corsini - Gianni Pozzi. Il sindaco ha salutato i relatori e gli intervenuti, presentando la "settimana storica".

Contemporaneamente sono state aperte le seguenti mostre:
· Cartografia antica (a cura di Sergio Trippini)
· Capricci (architettonici) e divertimenti sul Verbano in 35 esemplari unici a tecnica mista di Cici Vergani
· Libri del Lago Maggiore (a cura della Libreria Alberti)
· La Rocca di Travaglia (a cura Maurizio Isabella e Franco Noseda)

Sabato 15 giugno è stata la volta del Convegno "Castelli e fortificazioni dell'alto Verbano lombardo" al quale sono intervenuti quali relatori:
· Pierangelo Frigerio: "Da Berengario II alla conquista elvetica: fortune e decadenza della Rocca di Travaglia"
· Maurizio Isabella - Franco Noseda: "Rilievi e considerazioni sull'antica Rocca di Travaglia"
· Marco Tamborini: "Il recupero ed il riuso del rudere: torri, castelli e fortilizi in attesa di rivitalizzazione"
· Maria Adelaide Binaghi Leva - Soprintendenza Archeologica Milano: "Archeologia degli insediamenti fortificati: metodologia d'intervento e nuovi dati in Provincia di Varese
· Paolo Crosa Lenz: "La Linea Cadorna nel Verbano - Cusio - Ossola"
· Serena Contini: "La Linea Cadorna dal Verbano al Ceresio" con proiezione di un documentario.