Porto Notizie 23 - da Luglio Dicembre 2007

(articoli di Filippo Colombo pubblicati su Eco del Varesotto)


Luglio

FESTA DI DOMO 2007

(Fc) Si rinnova la millenaria tradizione della festa di Domo, festa che già tra la fine del 1600 e l'inizio del 1700 assumeva in sé la duplice celebrazione in onore della Madonna Assunta, cui è dedicata la chiesa fin dal V secolo, e quella del Corpus Domini. La tradizione voleva che la processione eucaristica si snodasse a partire da S. Pietro di Castelveccana o da Nasca e, passando per i paesi di Domo, Musadino, Muceno e Ticinallo, arrivasse alla Canonica di Bedero.
La festa assume ora toni più popolari, intesa sì a celebrare religiosamente la duplice memoria, ma anche a riunire attorno alla chiesa la gente di Domo e delle sue frazioni.
Il prossimo fine settimana, 6, 7 e 8 luglio, è denso di appuntamenti. Venerdi alle ore 19 la s. Messa per tutti i ragazzi con i loro genitori, poi giochi e sorprese in oratorio. Sabato sera musica per tutti con le note di Nadir. Domenica alle ore 11 la s. Messa solenne (si ricorda anche il 60° di consacrazione della chiesa per mano del Card. Schuster), poi possibilità di pranzare insieme. Alla sera alle 20,30 processione eucaristica da Musadino a Domo, con la banca di Lavena Ponte Tresa. Tutte tre le serate saranno accompagnate da una gustosa grigliata, buona occasione per trascorrere qualche momento insieme.
Lunedi sera, alle ore 20,30 sarà celebrata una s. Messa al Cimitero di Domo in ricordo di tutti i defunti della parrocchia, perché nessuno, proprio nessuno, si senta escluso dalla festa.

UNA NUOVA VETRATA

(Fc) Dono inaspettato, offerto da un animo squisitamente sensibile e fine, è stata posta sul finestrone della facciata della chiesa di Domo una splendida vetrata policroma raffigurante la Madonna Assunta, patrona della parrocchia. E' stata realizzata dal laboratorio "L'arte del vetro" di Christian Martin, un laboratorio artigianale sito in Voldomino di Luino presso ex stabilimento FINA, che è stato inaugurato nel mese di giugno 2004.
La formazione artistica dell'autore é maturata frequentando il Liceo Artistico e l'Accademia di Belle Arti Pittura e Restauro Affreschi ; dopo aver conseguito il brevetto europeo di Tecnico del Vetro presso l'Istituto Vetroricerca di Bolzano, lavorando anche con maestri come S. Levenson, Di Fiore, Foderati, Grassi, Pizzol ed esperienze con artigiani vetrai di Murano quali Desalvadore e Bubacco.
Il laboratorio realizza vetrate a piombo, in vetrofusione o dipinte a grisailles su progetto unico ed originale, su indicazione del cliente. Oltre a vetrate di soggetto sacro, come quella di Domo, anche elementi decorativi, complementi di arredo in pezzi unici: vasellame, specchi, orologi, ripiani per tavolini, soggetti di arte sacra e funeraria...
Queste opere, in diversi soggetti e stili, inserite in porte, finestre, pannelli di separazioni di ambienti, controsoffittature valorizzano l'interno di una casa come favolosi quadri, nei quali la bellezza del vetro, i giochi di colore, la maestria dei tagli del vetro, l'armonia dell'abbinamento cromatico, i giochi di luce sempre variabili nella giornata, creano nell'insieme un'opera d'arte.
La vetrata dell'Assunta sarà inaugurata e benedetta in occasione della Festa di Domo, domenica 8 luglio.

 

Agosto

FESTA DI S. MICHELE
(Fc) Come è ormai tradizione nella prima domenica di settembre, la parrocchia celebra a S. Michele la festa nella millenaria chiesetta e offre la possibilità di trascorrere una giornata serena, grazia alla collaborazione di una squadra di volontari che prepareranno polenta e prelibatezze varie sul prato.
Dalle 12,30 sarà quindi possibile gustare qualche piatto tipico all'aperto, oppure pranzare presso il ristoro. Alle ore 15 sarà celebrata una s. Messa (è l'ultima per questa stagione estiva) nella quale saranno ricordate tutte le persone che hanno amato l'alpe e si sono dedicate a tenerla viva ed accogliente, o che qui, più semplicemente, hanno trascorso qualche momento di riposo o di svago.
Al termine saranno messe all'incanto le offerte in natura, prodotti nostrani e tipici come formaggio, burro, salame, qualche bel coniglio e, se la stagione lo consentirà, qualche bel cestino di funghi.
E' un'occasione per vedere la chiesetta definitivamente restaurata, se ancora non l'avete fatto.

SERVIZI SOCIALI COMUNALI
(Fc) Dallo scorso 20 agosto, grazie alla collaborazione di un gruppo di volontari, è stato attivato presso l'Ufficio Servizi Sociali del Comune (0332 - 548570) un "Punto d'ascolto" coordinato dalla sig.ra Corsy Maldari, consigliere comunale, e dall'assistente sociale Silvia Gargantini. I volontari saranno presenti tutti i giorni feriali dalle 9 alle 10, disponibili a raccogliere eventuali richieste di assistenza. Sarà anche possibile usufruire di un trasporto verso ospedali, centri di cura, ecc. per coloro che avessero problemi motori o si trovino disagiati rispetto i mezzi pubblici.

COLLAUDATO IL NUOVO PARCHEGGIO
(Fc) Il nuovo parcheggio inaugurato proprio la sera della "Notte dei mezarat" ha superato brillantemente il "collaudo" della grande affluenza di pubblico e di veicoli, tipica di eventi del genere e del mese di agosto. Al taglio del nastro erano presenti praticamente tutti i sindaci della Comunità Montana Valli del Luinese, insieme con il vice presidente della Provincia Barone e all'assessore regionale Cattaneo, oltre ad un pubblico locale.
Ha riscosso un notevole interesse anche la passeggiata pedonale che dal parcheggio di via Muceno, lungo il torrente, arriva fino al lago: residenti e turisti ne hanno ormai usufruito per raggiungere la spiaggia o semplicemente per fare un percorso protetto un po' insolito per Porto Valtravaglia e godersi un angolo particolare del paese.

 

Settembre

CONTRIBUTO REGIONALE PER IL PORTO

(Fc) Il protocollo d'intesa sottoscritto tra il Comune e la Regione, grazie all'interessamento dell'assessore alle infrastrutture Raffaele Cattaneo, ha portato a Porto Valtravaglia un ulteriore contributo di 292 mila euro, che si aggiungono agli 831 mila già concessi, per la realizzazione del nuovo porto turistico.
L'amministrazione comunale è sempre orientata al progetto di una struttura galleggiante, opportunamente ristudiata ed in corso di puntualizzazione e di validazione. Con la ripresa autunnale dell'attività si darà corso a tutte le procedure per arrivare sollecitamente alla ripresa dei lavori.

 

LOCI TRAVALIAE: 16 ANNI DI STORIA

(Fc) Sono disponibili presso il Municipio, la Biblioteca e la Pro Loco sono disponibili tutti i volumi della collana di storia locale "Loci Travaliae" edita dal Comune e curata da Maurizio Isabella per conto della Biblioteca Civica..
Da giugno è in distribuzione il sedicesimo volume che raccoglie i lavori di tre ricercatori. Federico Crimi ci presenta le ville costruite sulla nostra sponda a cavallo tra l'Ottocento e il secolo successivo parte da una dettagliata analisi del territorio per arrivare ad un primo catalogo dell'esistente. Ottavio Lurati, esimio professore universitario elvetico, presenta invece una interessante ricerca condotta "sul campo" finalizzata a delineare l'origine e l'evoluzione dei nomi di luogo e dei cognomi caratteristici della zona. Una vicenda legata alle nostre terre, importante seppur lontana nel tempo, ci viene presentata dal prof. Emilio Rossi. La vicenda di S. Arialdo si snoda da Angera alla Rocca di Travaglia ove è stato occultato per qualche tempo il corpo martirizzato.

 

FESTA COUNTRY ALL'ALPE S. MICHELE

(Fc) Non si è ancora spenta l'eco della festa di domenica scorsa, organizzata come vuole la tradizione dalla Parrocchia, in onore di San Michele arcangelo cui è dedicata l'antica chiesa d'alpe, che già viene annunciata la "festa country" organizzata dagli Amici dell'alpe S. Michele, la onlus costituita nel giugno dello scorso anno con lo scopo di valorizzare l'omonima frazione di Porto Valtravaglia. Iscritta al registro regionale del volontariato, la onlus conta al suo attivo oltre 100 soci e l'organizzazione di due feste che hanno riscosso un ampio successo: la prima festa country nell'ottobre 2006 e la festa di "fate e folletti" nella scorsa primavera, oltre che la partecipazione al carnevale di Cuveglio e di Laveno, dove ha ricevuto il primo premio riservato ai gruppi partecipanti.
La seconda festa country è in calendario per sabato 15 settembre, dalle ore 14 alle ore 24. Musica dal vivo, mercatino a tema, musica dal vivo, faranno trascorrere un pomeriggio ed una serata in allegria. Ci sarà naturalmente la possibilità di mangiare accanto al fuoco.

FESTA COUNTRY A S. MICHELE

(Fc) Gli "Amici dell'Alpe S. Michele" onlus hanno organizzato la seconda "festa country" per sabato 15 settembre. Dalle ore 14 alle 24 si potranno trascorrere momenti particolari in una natura incontaminata, aspettare insieme il calar della sera attorno al fuoco, assaporare qualche piatto tipico, sulle note di musica dal vivo.
I bambini potranno familiarizzare con i cavalli e vivere un pomeriggio diverso dal solito. Alla sera, poi, musica e ballo vicino al falò e - con un po' di pazienza - si può aver l'occasione di vedere mufloni, cervi e cerbiatti, cinghiali che all'imbrunire escono nelle radure in cerca di cibo.

CON LA PRO LOCO IN VALTELLINA

(Fc) La Pro Loco organizza una gita in Valtellina per il 29 settembre per partecipare alla manifestazione "Morbegno in cantina". Il percorso attraverso il centro storico della cittadina prevede l'assaggio di prodotti tipici della valle, come i formaggi e i salumi, e la degustazione di vini locali di marchio nelle cantine di produzione. La partenza è prevista verso le ore 11 da Porto con rientro in tarda serata. Iscrizioni entro il 22 settembre (0332-548203).

 

IN FESTA CON L'ASILO DI MUCENO

(Fc) Sabato sera 15 settembre la Scuola Materna di Muceno organizza la consueta festa di apertura dell'anno scolastico. Musica e gastronomia sotto la tensostruttura comunale in collaborazione con la Valsport.

 

FESTA DELLA TERZA ETA' A DOMO

(Fc) Come ogni anno, le parrocchie di Porto e Domo dedicano alle persone della terza età una domenica di settembre in cui pregare e fare comunità. L'appuntamento è per il 16 settembre a Domo, con la celebrazione eucaristica alle ore 11 ed il pranzo insieme alle 12,30. Un gruppo di ragazzi servirà a tavola nonni e nonne, ed il pomeriggio sarà allietato da bella musica, un po' per dimenticare gli acciacchi e un po' per continuare a sognare…

CONSIGLIO COMUNALE
(Fc) E' convocato per lunedi 24 settembre alle ore 20,30 il consiglio comunale di Porto Valtravaglia per discutere e deliberare sul seguente ordine del giorno: ricognizione sullo stato del programma; variazione al bilancio 2007; integrazione del piano delle opere pubbliche; approvazione progetto definitivo del nuovo parcheggio di Musadino.

CAPPELLETTA RESTAURATA
(Fc) Il pittore Giovanni Clerici, milanese di origine ma porto valtravagliese di adozione, ha restaurato una vecchia edicola votiva situata in via Altipiano, proprio a ridosso della sua proprietà. La cappelletta è stata reintonacata e all'interno è stato posto un dolce ritratto della Madonna della salute ispirato ad un'opera classica di Giovanni Battista Salvi detto il Sassoferrato (1605-1685).

LOTTERIA S. MICHELE
(Fc) Questi i numeri vincenti della sottoscrizione a premi effettuata all'Alpe S. Michele in occasione della festa country dello scorso sabato 15 settembre: 1° premio al n. 760 (sella); 2° premio al n. 225 (corso di equitazione); 3° premio al n. 918 (cesto gastronomico); 4° premio al n. 736 (bottiglia magnum di whiski pregiato); 5° premio al n. 903 (una filza di salsicce). I premi non ancora ritirati sono a disposizione dei vincitori presso il ristoro all'alpe (info 338-6728822 Sabrina). Il direttivo della onlus ringrazia tutti coloro che hanno partecipato alla festa e i volontari che hanno contribuito con il loro lavoro alla sua organizzazione.

 

Ottobre

GRAN GALA' PER IL MAESTRO DONIDA

(Fc) La Pro Loco di Porto Valtravaglia con il patrocinio del Comune e l'attiva collaborazione del Centro Studi musicali di Laveno Mombello, nella persona del M° Riccardo Bricchi, ha organizzato e concluso con grande successo, ed enorme partecipazione di pubblico, il Premio Donida, primo concorso canoro per giovani interpreti di musica leggera, per rendere omaggio al grande Maestro che qui ha vissuto e composto molti dei suoi brani di successo.
Il concorso è stato un modo per dare la possibilità a dei giovani talentosi di mettersi alla prova e di esibirsi su un palcoscenico di tutto rispetto, dal momento che la manifestazione ha coinvolto anche Comuni della sponda piemontese del Lago Maggiore e addirittura la vicina Svizzera. I ragazzi iscritti hanno partecipato infatti a due selezioni tenutesi rispettivamente a Porto Valtravaglia e Massino Visconti dalle quali sono emersi otto finalisti. La giuria ha poi attribuito il primo posto a Anna Guastalli, il secondo a Alex Cannella, il terzo a Giorgia Lombardo. Premio della critica a Christelle Muller di Ginevra.
Quarti a pari merito tutti gli altri concorrenti che hanno ricevuto una targa ricordo della manifestazione ed un attestato di partecipazione.
La manifestazione avrà il suo momento "clou" nella serata di gala del 6 ottobre alle ore 21 presso il Salone di Piazza Imbarcadero durante la quale verrà reso ulteriore omaggio al M° Donida e si avrà modo di assistere ad altre esecuzioni dei vincitori del concorso.

 

NUOVI MARCIAPIEDI

(Fc) Sono iniziati nei giorni scorsi i lavori di realizzazione dei nuovi marciapiedi sul tratto di via Roma che dalla stazione FS porta in paese, intersecando la strada provinciale. L'opera si è resa necessaria a seguito della chiusura del passaggio a livello pedonale verso la via Vigèra e con il contributo finanziario dell'ente ferroviario. Purtroppo la nuova massicciata realizzata dalle FS a sostegno del raddoppio dei binari ha provocato un restringimento notevole del vecchio marciapiede, rendendolo inadatto alle esigenze dei pedoni. Si sono dovuti pertanto sacrificare i vecchi tigli, per altro la loro maggior parte presentava evidenti segni di vecchiaia e di malattia, che verranno prontamente sostituiti con altre essenze più robuste. I nuovi marciapiedi creeranno un agevole collegamento con la via Vigèra e la via Marconi, garantendo la sicurezza dei pedoni proprio nel tratto sotto il ponte ferroviario, dove è anche posizionata la pensilina di attesa dei pullman.

 

AGENDA PARROCCHIALE "ON LINE"

(Fc) E' stato distribuito questa settimana il Notiziario Parrocchiale del mese di ottobre e contemporaneamente il sito internet della parrocchia è stato aggiornato, mettendo a disposizione dei navigatori tutti i calendari parrocchiali degli ultimi dieci anni, dal 1998.
Aggiornata anche la fotogallery con alcuni immagini, fra le più significative, della visita del card. Tettamanzi a Domo lo scorso 29 luglio.
Fra le iniziative di ottobre troviamo la gita interparrocchiale a Cavallirio e dintorni, "prima di andare in letargo". Poi la festa dell'oratorio (domenica 14 ottobre) e la giornata missionaria (domenica 21 ottobre). Entro il mese sarà anche convocato il Consiglio Pastorale.

RITORNA LA STORIA LOCALE

(mi) Conclusasi felicemente la XVII rassegna di concerti "Musica a Domo" con tre raffinate serate, l'attività della Biblioteca Civica prosegue con due appuntamenti di storia locale.
Il consistente materiale riguardante la seconda serata ha indotto gli organizzatori, per motivi tecnici di stampa degli atti, a ridurre, ma solo per quest'anno, il numero degli studi.
La prima serata è in programma per il prossimo 20 di ottobre e il relatore sarà Filippo Colombo.
Lo studioso, indagando a fondo l'archivio comunale di Porto Valtravaglia, nelle sue tre sezioni di Porto, Muceno e Musadino, ha potuto raccogliere una serie di notizie legate a fatti avvenuti nel nostro territorio a partire dal 1850.
Vicende e fatterelli che presi a se stanti potrebbero sembrare di poco conto ma che letti nel più complesso articolarsi della storia e della vita quotidiane assumono importanza e spessore rendendoli assolutamente meritevoli di approfondimenti.
"Fatti e misfatti in Valtravaglia dal 1850 al 1900" è il titolo che Filippo Colombo ha voluto dare alla serata e che promette gustosi retroscena rispetto al fluire apparentemente tranquillo della vita di lago.
La seconda serata è invece in programma per il 10 di novembre e avrà come titolo: "Ho visto la Russia - Al seguito dell'Armata Italiana in Russia A.R.M.I.R. - 1942/1943". Verrà illustrato da Maurizio Isabella il diario di Francesco Isabella, reduce della terribile campagna.
Grazie alla disponibilità degli eredi è stato possibile recuperare questo inedito diario che, oltre allo scritto, è corredato da numerose e inedite fotografie scattate da Francesco Isabella durante tutto il complesso viaggio.
Nato a Torre di Porto Valtravaglia nel 1896 Francesco Isabella verrà arruolato con il grado di soldato nella Prima Guerra Mondiale e nel 1940 inviato sul fronte greco-albanese in qualità di Tenente. Con il grado di Capitano farà anche l'esperienza della Campagna di Russia congedandosi con il grado di Maggiore a Titolo Onorifico.
Nella sua casa natia di Torre ci ha lasciato il 17 di ottobre del 1976 consegnandoci però questo importante documento.

Questi gli appuntamenti:
Sabato 20 ottobre - Filippo Colombo: "Fatti e misfatti in Valtravaglia dal 1850 al 1900"
Sabato 10 Novembre - Francesco Isabella: "Ho visto la Russia - Al seguito dell'Armata Italiana in Russia A.R.M.I.R. - 1942/1943" a cura di Maurizio Isabella.

Gli incontri si terranno presso il palazzo comunale di Porto Valtravaglia, alle ore 21.00, con ingresso libero.

FATTI E MISFATTI IN VALTRAVAGLIA

(Fc) Questo il titolo della prima serata di storia locale proposta dalla Biblioteca Civica. L'appuntamento è per sabato 20 ottobre alle ore 20,45 nella sala consiliare, al primo piano del palazzo comunale.
Dopo aver ascoltato da bambino in casa e poi dagli anziani di Porto Valtravaglia il ricordo di tante persone e di tanti fatti e fatterelli, aneddoti, avventure varie, misfatti che avevano offerto un quadro assai variegato della vita in Valtravaglia, Filippo Colombo ha iniziato a spulciare fra i documenti più vecchi dell'archivio storico comunale gli atti relativi al settore "Giustizia" e "Sanità". Ne è emerso uno spaccato di vita che meritava di essere portato a conoscenza del pubblico di oggi che, spesso, si domanda quale sia stata l'origine di un nome o di soprannome di persone e di luoghi.
L'epoca indagata è quella degli ultimi cinquant'anni del 1800, tra la proclamazione del Regno d'Italia e l'inizio dell'era industriale. Questa ricerca è l'ideale continuazione ed espansione della precedente dedicata ai due personaggi di Porto: Angelo Lucchini e Scipione Ronchetti, che risalgono al medesimo periodo storico, la cui relazione è stata pubblicata sul n. XV di LOCI TRAVALIAE. Ora vengono presentati i "personaggi minori" che, con la loro vita spesso misera, hanno disegnato la storia più genuina di Porto Valtravaglia. Nel riportare le notizie, si è cercato il più possibile di utilizzare letteralmente il testo consultato, a scapito della scorrevolezza della lingua italiana, ma per documentare le esatte parole usate al tempo dei fatti riferiti.

 

CASTAGNATA A S.MICHELE

(Fc) Il Ristoro dell'Alpe S. Michele organizza per domenica 21 ottobre una giornata gastronomica, all'insegna della cucina povera delle nostre valli. A mezzogiorno si potrà gustare polenta e asino e nel pomeriggio un'allegra castagnata farà trascorrere qualche buona ora fra i colori dorati dell'autunno.

CONTRIBUTO REGIONALE PER LE SCUOLE

(Fc) Il Comune ha ottenuto un contributo regionale a fondo perso di 75.000 euro per eseguire lavori di manutenzione straordinaria al palazzo delle scuole elementari "Vittorio Sereni", pari al 50% del progetto che sarà predisposto.

 

APPUNTAMENTI PRO LOCO

(Fc) Due appuntamenti organizzati dalla Pro Loco (salone di Piazza Imbarcadero) per trascorrere altrettante serate in allegria. Per sabato 27 ottobre viene proposta una serata danzante con musica dal vivo, a partire dalle ore 21. Mercoledi 31 Ottobre HALLOWEEN PARTY, serata a tema con musica e ballo per giovani… sempre dalle ore 21.

 

PIZZOCCHERATA ALL'ALPE

(Fc) Continuano le proposte gastronomiche all'alpe San Michele, a cura del Ristoro. Domenica 11 novembre si potrà gustare un piatto della tradizione valtellinese, i gustosi pizzoccheri, che non guastano neppure in Valtravaglia!
Per informazioni e prenotazioni 338-6728822 (Sabrina).

 

LA STORIA HA FATTO CENTRO

(Fc) La prima serata di storia locale organizzata dalla Biblioteca ha avuto il meritato successo. Sabato scorso un pubblico numeroso ed attento ha potuto rivivere fatti e misfatti della Valtravaglia tra il 1850 ed il 1900: storie di poveri emigranti, vagabondi, disertori, suonatori ambulanti. E ancora: incendi, furti, storia di corna… botte e bevute. Uno spaccato di storia nostrana, a torto ritenuta "minore" perché non ospitata dai libri di scuola, ma sapientemente raccolta e trascritta da Filippo Colombo spulciando fra tante carte ritrovate negli archivi comunali.
La prossima serata è prevista per il 10 novembre: sarà presentato il diario della campagna di Russia scritto e documentato da Francesco Isabella.

NOTIZIARIO PARROCCHIALE

(Fc) Puntuale come ogni mese, è stato consegnato alle famiglie il calendario parrocchiale del mese di novembre, ricco di appuntamenti e di impegni. Domenica 4 novembre alle 18,30 è prevista la consueta riunione mensile per i catechisti. All'ordine del giorno la programmazione dell'avvento e delle feste di Natale con i ragazzi. Da mercoledi 7 novembre inizia la benedizione natalizia delle famiglie, quest'anno si parte da Porto dove si prevede di concludere il 23 novembre. Poi toccherà a Domo dal 26 novembre fino a metà dicembre.
Entro l'11 novembre la parrocchia accetta le prenotazioni per la festa degli anniversari di matrimonio, come è ormai tradizione fissata per l'8 dicembre, festa della Madonna Immacolata. La s. Messa sarà celebrata nella chiesta di Porto alle ore 17,30 cui seguirà una cena insieme al Ristorante Cristallo di Cittiglio. Informazioni al n. 0332-547089 don Walter.

 

INCONTRI DI SPIRITUALITA' PER GIOVANI

(Fc) Ai giovani delle scuole superiori e università è data la possibilità di partecipare ad incontri di spiritualità presso la Parrocchia (Domo, ogni martedi dalle 20,30 alle 21 ca.).
Quest'anno sarà fatto un percorso di riflessione sulla preghiera del "Padre nostro" utilizzando come testo di riferimento l'omonimo libro di Bruno Maggioni, teologo e docente presso la Facoltà Teologica dell'Italia settentrionale di Milano e l'Università Cattolica di Milano.

 

UN TETTO NUOVO ALLA BIBLIOTECA

(Fc) Inizieranno nei prossimi giorni i lavori di rifacimento del tetto della parte della Casa degli Angeli (Porto Valtravaglia, via Roma 47) dove sono situati il Centro Sociale, gli ambulatori medici e la Biblioteca Civica. Come noto, il Comune ha sottoscritto alcuni anni fa uno specifico atto con la Parrocchia per l'uso sociale dell'immobile ed ha ora ottenuto un prolungamento di durata, in forza dei lavori eseguiti e da eseguire per una corretta manutenzione.

 

Novembre

STORIA LOCALE: APPUNTAMENTO CON LA RUSSIA

Il reperimento, grazie anche alla disponibilità degli eredi, del diario relativo alla "campagna di Russia" di Francesco Isabella permetterà a "Loci Travaliae" di dare alle stampe un documento inedito che, senza certo stravolgere i già noti fatti, inserisce un interessante tassello a quel complesso mosaico delle vicende legate all'ultimo conflitto mondiale.
Un paio d'anni dopo il suo ritorno in patria Francesco Isabella inizia a stendere il racconto della sua esperienza in Russia secondo uno schema strettamente cronologico.
Non era certo la sua prima esperienza bellica in quanto il Nostro nacque a Torre (piccola frazione dell'allora comune di Musadino e oggi di Porto Valtravaglia) nel 1896. Ebbe il suo primo contatto con l'esercito nel 1915 quando fu inserito come soldato nel 62° Reggimento di Fanteria.
La vivacità intellettuale e l'impegno costante e continuo di Francesco gli permisero durante tutto il corso della prima guerra mondiale di essere congedato con il grado di Sottotenente di Complemento nel 1920.
Venne poi richiamato in servizio il 20 giugno 1940 e inviato, dopo altre mansioni, in Albania. Coinvolto quindi nelle attività in Albania e Grecia venne poi congedato nel 1941 con il grado di Tenente.
Ma la guerra era in continuo divenire e il Tenente, promosso Capitano, venne richiamato nell'ottobre del 1942 per essere inviato in Russia.
Evidentemente le passate campagne, mansioni e spostamenti non furono sufficienti a risparmiargli anche questa ultima esperienza.
La campagna di Russia fu una tragica esperienza per tutti e anche per Francesco, nonostante il grado di Capitano, si sarebbe rivelata carica di incombenze e responsabilità (oltre ai disagi comuni a tutti).
Il diario che ne è poi derivato, già strutturato in forma di libro, è il resoconto delle esperienze viste dalla parte degli Ufficiali. Quindi non soldato di prima linea ma legato alla logistica e all'organizzazione sul posto dei soldati reduci dal fronte vero e proprio oltre che alle attività relative alla ritirata.
I tragitto percorso e le tappe di avvicinamento e ritirata furono quelle comuni a tanti nostri soldati: da Kiev a Starobelstk, da Gomel a Merefa, dal Don alla Beresina. Ebbe solo la fortuna di incappare "solo" nella sacca di Cerkovo evitando quella ben più tragica e drammatica di Nikolajewka.
I difficili rapporti con i Tedeschi (alleati) e quelli paradossalmente meno complessi con i Russi sono una caratteristica ben evidenziata in questo racconto intessuto però, pur nel particolare momento, di acute osservazioni su tutti gli aspetti della vita quotidiana o della conduzione del territorio.
Forte è la triste impressione rimasta nella mente del capitano di fronte ad un muro di un edificio russo crivellato di colpi di fucile ad altezza d'uomo e tragico teatro di tante esecuzioni.
Un altro interesse di questo diario è rappresentato dalle numerose fotografie scattate nel corso del lungo viaggio. Fotografie inedite che mettono in evidenza numerosi aspetti della sua particolare esperienza e delle conseguenze dirette di pesanti battaglie caratterizzate da devastanti e prolungati bombardamenti.
Sappiamo quante polemiche (fino alle estreme conseguenze legali) siano in atto proprio legate alle fotografie scattate sul fronte russo e poter disporre di materiale inedito e "di prima mano" non è cosa di poco conto.
Dopo il rientro in patria, con il grado di Maggiore a Titolo Onorifico, Francesco Isabella ha continuato la sua vita di sempre tra Milano e la sua casa di Torre a Porto Valtravaglia ben curata e ricca di piante e fiori ai quali attendeva direttamente.
Nella sua casa natia di Torre ci ha lasciato il 17 di ottobre del 1976 consegnandoci però questo importante documento.

CONSIGLIO COMUNALE

(Fc) E' convocato per lunedi 26 novembre alle ore 19 il consiglio comunale di Porto Valtravaglia. All'ordine del giorno la delibera di assestamento del bilancio 2007 e la proposta di convenzione con la soc. A.G.C. srl per la ristrutturazione e la gestione dell'immobile demaniale denominato "Cafferino". Con quest'ultimo provvedimento prende avvio un'operazione che ha visto come protagonista il Comune che a suo tempo ha fatto predisporre un progetto di riutilizzo dell'immobile, ma che - dati gli elevati costi di realizzo e l'impossibilità di una gestione diretta, causa la vigente legislazione in materia - ha ritenuto più opportuno decidere per la rinuncia alla concessione demaniale stessa a fronte di una proposta privata che comunque andava a soddisfare le aspettative dell'amministrazione e soprattutto gli interessi pubblici. La soc. A.G.C. si è pertanto impegnata a rilevare il progetto comunale, corrispondendone il prezzo al Comune, e a realizzarlo con le più ampie garanzie per il suo realizzo e per la gestione futura dell'attività di bar-ristorante, garanzie che sono ora stabilite nella convenzione che sarà approvata.

 

A SAN MICHELE, PENSANDO AL PRESEPE

(Fc) Gli amici dell'alpe S. Michele si riuniranno venerdi 23 novembre alle 21 presso il ristoro per organizzare la tradizionale festa attorno al presepe (info 338-6728822 Sabrina). All'incontro che avrà carattere operativo sono invitati i soci della onlus ed i simpatizzanti che hanno voglia e tempo da dedicare alla valorizzazione delle tradizioni di S. Michele.
Sono ormai anni che l'alpe è diventata la cittadella dei presepi, realizzati negli angoli più caratteristici delle case e attorno alla millenaria chiesetta. La manifestazione si inserisce nella tradizione, ormai ventennale, della parrocchia di Porto e Domo che inaugura i presepi delle sue otto frazioni negli otto giorni precedenti il Natale. L'inaugurazione è prevista sabato 22 dicembre, nel pomeriggio, con programma che sarà poi reso noto.

 

Dicembre

MERCATINO DI NATALE

(Fc) Domenica 9 dicembre la Pro Loco organizza uno speciale mercatino di Natale sotto la tensostruttura sul lungolago di Porto, dalle ore 9 alle 20. Si potranno trovare tante idee originali e creazioni diverse per un regalo di Natale insolito o curioso. Nel pomeriggio, alle ore 15, Babbo Natale farà visita ai bambini presenti, che sono invitati a preparare per lui un disegno, una letterina, un pensierino, che sarà letto insieme. Caramelle e dolcetti sono garantiti per tutti!

DOMO: UN RECUPERO PREMIATO

  1. (Fc) E' stato distribuito nelle scorse settimane un libro curato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dedicato alle opere culturali recuperate con il contributo elargito dallo Stato utilizzando i fondi dell'8 per mille dell'IRPEF. La pubblicazione presenta le opere ritenute più significative fra le numerose finanziate su tutto il territorio nazionale. Con grande sorpresa, l'unico intervento pubblicato fra i tanti realizzati in provincia di Varese, figura il restauro ed il recupero edilizio ed urbanistico del centro religioso di Domo, del quale è stato eseguito il primo lotto, cioè la nuova piazza della chiesa.
    Nel volume viene accuratamente descritto l'intervento nelle sue varie fasi ed il testo è corredato da alcune fotografie che ritraggono la piazza prima e dopo i lavori, oltre ad una fotografia in notturno della chiesa, illuminata dal nuovo impianto a marciapiede. E' senz'altro un meritato riconoscimento all'opera, ritenuta meritevole di segnalazione a livello nazionale.

 

VENT'ANNI DI PRESEPI

(Fc) Domenica 16 dicembre, alle ore 20,30 la Comunità Pastorale di Porto e Domo inaugura il primo presepe a Sarigo, presso la chiesetta di San Carlo. Iniziano così otto serate che ci condurranno, di frazione in frazione, alla notte di Natale. La tradizione dei presepi nelle piazzette, nelle corti, nei lavatoi, negli angoli più suggestivi, compie vent'anni. Eravamo nel 1988 quando per la prima volta si era costituito a Domo un gruppo di amici del presepe con lo scopo di rinnovare la bella tradizione cristiana di raffigurare la nascita di Gesù attraverso appunto il presepe e rinnovare la altrettanto bella tradizione di celebrare la novena di Natale. Una rivisitazione della tradizione in chiave di amicizia e di incontro non disgiunti dalla preghiera e dalla riflessione.
Nel passare degli anni, a Domo si è unita la parrocchia di Porto e poi la frazione di San Michele, dove la suggestione del presepe, dato l'ambiente, è irripetibile. Ma quel che desta meraviglia in chi per la prima volta partecipa alle "otto serate davanti al presepe" è il clima di amicizia, di semplicità, di accoglienza che si respira, cantando insieme o assaporando un caldo bicchiere di vin brulè, o di cioccolata. Provare, per credere!

 

IL PRESEPE DI MUCENO

(Fc) Anche Muceno ha il suo presepe. Sono ormai anni che alcuni volonterosi, Massimo, Domenico e Fabio, dedicano un po' del loro tempo e della loro passione a realizzare il presepe per la comunità mucenese. E' un po' discosto, inserito fra vecchie case, ma l'ambientazione è davvero suggestiva: sullo sfondo campeggia la Canonica di Bedero, quasi a legare la nascita del Bambino di Betlemme a quello che è un po' il simbolo della Valtravaglia. La sera poi il paesaggio si illumina di tante piccole luci e nel trascorrere magico del tempo fra il giorno e la notte, i personaggi paiono animarsi, le pecore nei loro ricoveri, gli artigiani che attendono alle loro umili attività, i pastori che vegliano o che camminano verso il luogo della natività. Un presepe da vedere e da gustare, come si assaporano certi sapori particolari, con calma e … con un po' di devozione.

NATALE A SAN MICHELE

(Fc) L'appuntamento con il presepe a San Michele è per sabato alle ore 15. Nell'ambito del ventesimo anniversario di questa bella tradizione della Parrocchia di Porto e Domo, si fa tappa anche all'alpe, per inaugurare quello che da molti è stato ormai definito "il paese dei presepi". In ogni angolo, in ogni scorcio, la Natività si presenta, realizzata nei modi più diversi, ma la più originale è quella realizzata nella casetta sosta cavalli, in prossimità del parcheggio. Alcuni manichini quasi a grandezza naturale rappresentano la Sacra Famiglia con il Bambino Gesù nella mangiatoia. Sabato pomeriggio ci saranno anche il bue e l'asinello, in carne ed ossa, a fare da coreografia ad un gruppo di bambini che faranno rivivere la notte santa di Natale. Poi i canti, la preghiera, una riflessione su quella nascita straordinaria di oltre duemila anni fa e che rivive nei cuori e nei paesi, anche più sperduti, come il nostro San Michele. A coloro che giungeranno all'alpe, saranno offerte bevande calde, dolci della tradizione, tanta amicizia, perché senza di questa, che Natale sarebbe?

Nella foto: fra i tanti presepi quello realizzato accanto alla chiesetta

 

AUGURI DALLA PRO LOCO

(Fc) Domenica 23 dicembre la Pro Loco dedicherà un intero pomeriggio alla Festa degli Auguri a Porto Valtravaglia. Come è diventata tradizione, nel salone di piazza Imbarcadero echeggeranno canti natalizi, saranno recitate poesie, ci si scambierà saluti ed auguri per l'imminente Natale ed il Nuovo Anno. Non mancherà il brindisi. Una festa per piccoli e grandi cui nessuno può mancare!

 

NOTIZIE DAL COMUNE

(Fc) L'amministrazione comunale ha spedito in questi giorni a tutte le famiglie del Comune un piccolo notiziario che riassume, insieme ad alcune riflessioni ed agli auguri per le imminenti festività, l'operato comunale dal 2004 ad oggi.
In maniera sobria, ma completa, vengono elencate le opere pubbliche realizzate in continuità con il precedente ciclo amministrativo. Non mancano alcune fotografie significative, gli appunti su Cultura, Sociale e Pro Loco ed il ricordo doveroso di due consiglieri comunali scomparsi, Osvaldo Bianchini e Sergio Testera.

FOTO AEREA DELLA VALTRAVAGLIA

(Fc) Grazie ad un contributo regionale di 366 mila euro, le quattro comunità montane dell'alto Varesotto hanno potuto far realizzare un volo aereo per riprendere il territorio con la quale si potrà poi far redigere una precisa cartografia di ciascun comune. Anche Porto Valtravaglia beneficia del contributo che andrà a coprire il 40% dei costi, la cui quota a carico dell'amministrazione comunale sarà di poco inferiore ai 20 mila euro. Il rilievo aereo, una volta disponibile anche in formato digitale, costituirà una valida base per lo studio e la programmazione territoriale.