Porto Notizie 34 - da Gennaio a Giugno 2013

(articoli di Filippo Colombo pubblicati su Eco del Varesotto)


da Gennaio 2013

 

SPORTELLO CARITAS

(Fc) Lo sportello Caritas delle parrocchie di Porto e Domo sarà aperto martedi 8 e martedi 22 gennaio dalle 16 alle 17 nei locali della ex Casa degli Angeli (Porto Valtravaglia, via Roma).
Maggiori informazioni in parrocchia al n.ro 0332-547089.

IL TRAGUARDO DEI CENT'ANNI

(Fc) Lo scorso 15 gennaio Teresina Isabella ha compiuto cent'anni ed il giorno seguente ci ha lasciati. Era infatti nata a Musadino (allora comune indipendente) nel 1912 ed ha vissuto il passaggio di due guerre: forse quest'esperienza l'ha temprata e resa forte per affrontare una vita così lunga e laboriosa, trascorsa per ben quarantatre anni in tessitura a Porto Valtravaglia e gli ultimi undici presso la Fondazione Menotti Bassani di Laveno Mombello, dove è stata accudita a coccolata dal personale. La nostra Teresina ha così raggiunto un invidiabile traguardo, in buona salute, trascorrendo una vita laboriosa.
Intanto a Torre, frazione sempre di Porto Valtravaglia, un'altra signora d'altri tempi, Angelica Brogni, sta a sua volta raggiungendo i suoi 103 anni, che compirà nei prossimi mesi!

 

OMAGGIO AI "PRESEPISTI"

(Fc) Sarà presentato e offerto in anteprima agli Amici del Presepe dell'Unità Pastorale Domo-Porto Valtravaglia in occasione della cena organizzata per sabato 19 gennaio, il fascicolo che raccoglie poesie e riflessioni sul Natale lette durante le sette serate inaugurali dei presepi delle frazioni. E' stato preparato un libretto con tutti i testi pervenuti, a ricordo del venticinquesimo anniversario dell'iniziativa, che sarà poi messo a disposizione di coloro che vorranno averne una copia quale speciale ricordo della manifestazione.

CENA DEI PRESEPI

(Fc) Sabato 19 gennaio (ore 20, Ristorante Cristallo di Cittiglio) come è ormai tradizione, è stata organizzata la Cena dei Presepi, la cui partecipazione è libera a tutti. La quota di partecipazione è di € 20.00. E' un bel momento per ritrovarsi insieme e festeggiare il venticinquesimo anniversario dell'iniziativa presepi, quest'anno resa ancor più partecipata dall'altra proposta, quella di presentare una poesia o una riflessione sul Natale, che ha prodotto oltre quaranta opere, una ventina di pensieri e una ventina di poesie, alcune anche in dialetto, che gli autori hanno letto davanti al presepe della loro frazione. Nel corso dell'ultima serata, sulla piazza di Domo, sono stati consegnati agli autori delle riflessioni e poesie gli attestati di partecipazione. Tutte le opere pervenute sono state pubblicate sul sito web della parrocchia (http://digilander.libero.it/domoparrocchia).

FESTA DELLA FAMIGLIA

(Fc) Domenica 27 gennaio la Chiesa ambrosiana festeggia la Sacra Famiglia e si rivolge a tutte le famiglie, anche quelle che stanno attraversando momenti difficili, per sollevare lo sguardo ad una nuova speranza. Anche a Domo si farà un po' di festa, dopo la preghiera comunitaria a tutte le s. Messe, nel pomeriggio dalle 14 alle 17 l'oratorio sarà aperto ad accogliere genitori e figli per trascorrere insieme qualche momento che faccia veramente sentire "famiglia".

 

RESTAURO DELLA CHIESA DI PORTO

(Fc) Continuano alacremente i lavori di restauro interno della chiesa parrocchiale di Porto,
che comprendono anche gli altari laterali e l'affresco degli angeli musicanti della cappella della Madonna. Nonostante gli accurati assaggi degli intonaci, nulla è emerso di pregio se non i vecchi decori degli anni quaranta. Si procede pertanto verso la nuova pittura di tutto l'interno, secondo le indicazioni fornite dalla Soprintendenza.
Per coloro che volessero contribuire alle spese di restauro, è stato aperto un apposito conto corrente presso la filiale di Porto Valtravaglia della Banca Popolare di Bergamo intestato a "restauri chiesa di Porto" - Codice IBAN: IT66M 05428 50401 000000002399. Le offerte effettuate con assegno o con bonifico, quindi "tracciabili", sono deducibili nella denunzia dei redditi: basta essere in possesso della relativa attestazione rilasciata dalla Parrocchia.

 

GUERRA ALLA DROGA

(Fc) Nello scorso fine settimana, nell'ambito di una più vasta operazione antidroga posta in atto dai Carabinieri di Luino e Marchirolo, le forze dell'ordine hanno trovato a casa di un ventiduenne di Porto Valtravaglia, 33 grammi di marijuana, oltre ad un macinino per lo sminuzzamento e la preparazione delle dosi. Un'altra persona sempre di Porto, incensurata di ventotto anni, è stata invece segnalata come assuntore di marijuana perchè trovato in possesso di 2,2 grammi di sostanza e di alcuni semi della stessa.
I Carabinieri stanno tentando di risalire la catena dello spaccio e spezzarne l'opera, anche in collaborazione con le altre forze locali. Un'impresa non certo facile, ma significativa per dare un po' più di sicurezza alla nostra zona.

PROCEDE IL RESTAURO DELLA CHIESA

(Fc) La scorsa settimana il Consiglio Pastorale di Porto-Domo ha svolto la sua riunione approfondendo lo stato dei lavori di restauro della chiesa parrocchiale del capoluogo, grazie alla presenza dell'arch. Arrigoni, coordinatore e direttore dei lavori stessi. Proprio nella stessa giornata, poche ore prima della riunione, si era concluso il sopralluogo con il funzionario della Soprintendenza che ha approvato la tipologia e le campionature dei colori con i quali verrà ritinteggiato l'interno della chiesa. In pratica l'impresa ha presentato una porzione di soffitto, di pareti, archi e colonne come appariranno ultimate. Nel corso dei lavori sono già state rimosse tutte le linee elettriche e microfoniche che deturpavano pilastri e cornicioni, che verranno sostituite con un nuovo impianto completamente nascosto. Una fase ulteriore dei lavori interesserà gli affreschi: quello di san Rocco sulla controfacciata, che è stato liberato dagli intonaci di contorno per recuperare la cornice originale, e quello degli angeli musicanti sopra l'altare della Madonna. Qui sono stati ritrovati anche gli affreschi delle lunette, che erano stati coperti dall'intonaco. Oltre al completamento degli altari laterali, verranno sostituiti i serramenti deteriorati delle finestre sopra la navata centrale e applicate nuove vetrate.

MAGAZZINO CARITAS

(Fc) Come ogni mese, il magazzino Caritas di via Roma, ex Casa degli Angeli, sarà aperto per eventuali necessità, il prossimo martedi 19 febbraio, dalle ore 16 alle 17.

RIUNIONE CRESIMA

(Fc) Domenica prossima, dopo la s. Messa delle ore 11 a Domo, ci sarà la riunione dei genitori dei ragazzi che quest'anno riceveranno il sacramento della Cresima. La cerimonia è prevista per domenica 2 giugno.
L'incontro con le famiglie dei cresimandi sarà l'occasione per presentare il cammino catechistico in atto, ascoltare le proposte dei genitori, concordare alcuni aspetti della celebrazione.

DOPO LA FESTA DI MUSADINO

(Fc) Sabato e domenica scorsi si è celebrata la festa di Musadino, un momento religioso in onore della Madonna di Lourdes, unito ad un momento d'amicizia attorno al falò. Complice il bel tempo, anche se freddo, c'è stata la consueta partecipazione, soprattutto alla s. Messa di domenica e all'incanto dei doni: torte, salami, formaggi, burro e prodotti della tradizione locale come cipolle e noci, sono stati contesi a suon di offerte ed in breve aggiudicati, a favore della buona tavola.
Il prossimo appuntamento delle feste delle frazioni della parrocchia di Domo sarà il 25 aprile, con l'altrettanto tradizionale festa di S. Giorgio a Sarigo, entrata ormai tra le ricorrenze annuali dopo i restauri del tetto dell'antica chiesetta.

 

GLI AFFRESCHI DI ARTURO GALLI A DOMO

(Fc) I restauri interni della chiesa di Domo, recentemente ultimati, hanno ridato ampio risalto a due grandi affreschi posti sulle pareti laterali dell'edificio, a metà navata, uno di fronte all'altro. Raffigurano rispettivamente la Natività di Gesù e san Giovanni Bosco con Maria Ausiliatrice. Erano stati fatti realizzare dall'allora parroco don Carlo Agazzi Rota in occasione di un vasto restauro interno della chiesa iniziato nel 1943 e culminato con la consacrazione della chiesa stessa ad opera del card. Schuster il 12 agosto 1947 come ricorda una lapide sulla controfacciata interna, il cui testo è stato da lui stesso dettato a perpetua memoria.
La sola pulizia delle due opere ha conferito loro una luminosità che fa quasi "leggere" all'osservatore attento la vitalità degli affreschi. In un angolo, il nome dell'artista Arturo Galli, definito con altri come un dimenticato pittore del sacro e del quale quest'anno ricorre il cinquantenario della morte, avvenuta nel 1963.
In pochi, probabilmente, ricordano questo pittore e ancor meno ne conoscono la figura e il suo intenso operato. Così ne parla Luca Frigerio sul quotidiano Avvenire del 3 marzo scorso.
"Arturo Galli era nato a Milano nel 1895. I primi rudimenti della pittura li ebbe in famiglia, per poi frequentare l'allora prestigiosa Scuola d'arte del Castello Sforzesco e i corsi dell'Accademia di Brera. Era bravo, il giovane Arturo. Un talento naturale per il disegno dal vero, per il ritratto, per la figura. Tanto da conseguire rapidamente l'abilitazione all'insegnamento. E tentare, a neppure vent'anni, la dura competizione dei concorsi e dei premi. Ma le sue opere, pur assai lodate (come leggiamo nelle cronache dell'epoca), non ottennero i riconoscimenti sperati, provocando forse in lui quella delusione e quell'amarezza che lo portarono ben presto ad abbandonare il pubblico dei saloni e delle mostre, per concentrarsi su una pittura più intima e meditata.
Di carattere schivo e riservato, animato da una fede sincera, Galli dovette intuire allora quale fosse la sua vera strada al servizio dell'arte sacra, stimolato e confortato anche dal sostegno di alcune significative personalità religiose come, ad esempio, monsignor Buttafava, all'epoca canonico del Duomo di Milano.
La prima commissione di rilievo l'ebbe nel 1926, per la parrocchiale di Paderno Dugnano, oggi purtroppo distrutta. Con quel grandioso lavoro, Arturo Galli dimostrò una tale padronanza dell'antica tecnica dell'affresco e una tale abilità interpretativa e compositiva da assicurarsi l'ammirazione di molti in campo ecclesiastico, e non solo, tanto da iniziare, dopo di allora, un'attività pluridecennale a dir poco frenetica, con richieste da ogni parte in terra di Lombardia.
Proprio le continue richieste, del resto, che a volte andarono accavallandosi in diversi cantieri aperti contemporaneamente, possono spiegare talora una pittura un po' manierata e ripetitiva. Pittura, tuttavia, che là dove è riuscita a dare il meglio di sé si dimostra ariosa e solenne, michelangiolesca nell'ispirazione e neorinascimentale nell'impostazione, quasi nella ripresa di quelle stesse indicazioni accademiche suggerite agli inizi del Seicento dal cardinale Federico Borromeo per un'arte veramente pia. E che gli valsero il plauso dello stesso cardinal Schuster.
Che poi quella di Arturo Galli fosse una scelta ragionata e non una carenza di aggiornamento culturale, lo rivelano i molti bozzetti e schizzi del maestro giunti fino a noi, dove il segno vivace e il tocco brioso dimostrano la consapevolezza di appartenere al proprio tempo e la conoscenza della modernità. Che Galli non volle ripudiare, ma in qualche modo trasfigurare nelle sue opere in una ricerca di eternità."

 

 

SPORTELLO CARITAS

(Fc) Lo sportello Caritas delle parrocchie di Porto e Domo sarà aperto martedi 19 marzo dalle 16 alle 17 nei locali della ex Casa degli Angeli (Porto Valtravaglia, via Roma).
Maggiori informazioni o necessità urgenti in parrocchia al n.ro 0332-547089.

 

CATECHESI INTERPARROCCHIALE

(Fc) Si concludono il prossimo 18 marzo gli incontri quaresimali interparrocchiali del lunedi. Il tema di quest'anno ha riguardato "Esempi, testimoni della fede nel nuovo e nell'antico Testamento". Gli incontri si tengono a Villa Immacolata (Ronchiano) alle ore 20,45. I relatori sono don Luca Pedroli, docente in Sacra Scrittura) e don Paolo Berutti, padre spirituale del Seminario di Vigevano.

PASQUA IN PARROCCHIA

(Fc) Dopo la celebrazione dei riti della Settimana Santa, lo scorso giovedi e venerdi santo, la s. Messa di Risurrezione sarà unica per le due parrocchie di Porto e Domo e si svolgerà a Domo alle ore 21 di sabato. Sarà preceduta dal rito suggestivo della Veglia, che inizia con l'accensione del fuoco (una volta utilizzando l'ulivo benedetto la domenica delle palme), cui segue l'accensione del cero pasquale e la proclamazione delle letture che fanno rivivere l'intera storia della salvezza. Segue poi la proclamazione della risurrezione e la celebrazione dell'Eucaristia.
Alla s. Messa delle ore 11 a Domo il giorno di Pasqua ci sarà anche la celebrazione di un battesimo.

SPORTELLO CARITAS

(Fc) ) Lo sportello Caritas delle parrocchie di Porto e Domo sarà aperto nelle giornate di martedi 2, 16 e 30 aprile dalle 16 alle 17 nei locali della ex Casa degli Angeli (Porto Valtravaglia, via Roma).
Maggiori informazioni o necessità urgenti in parrocchia al n.ro 0332-547089.

CALCIO VALTRAVAGLIA

(Fc) Continua l'inseguimento del Valtravaglia e la sua risalita in classifica. Una vittoria, tanto desiderata, ha fatto guadagnare tre punti alla squadra che ora si presenta con 36 punti. Il prossimo incontro sarà con il Comabbio (penultimo in classifica) che sarà ospite sul campo di Castelveccana. In bocca al lupo, ragazzi!

SPORTELLO CARITAS
(Fc) Lo sportello del servizio parrocchiale Caritas sarà aperto il prossimo martedi 30 aprile dalle ore 16 alle 17 presso i locali della ex Casa degli Angeli (via Roma). Per eventuali necessità urgenti si può chiamare in parrocchia al n.ro 0332-547.089.

 

FESTA A SAN GIORGIO
(Fc) Il prossimo 25 aprile, come è ormai tradizionale ventennale, si celebra la festa di san Giorgio martire presso l'omonima chiesa cimiteriale di Sarigo. In mattinata sarà aperto un mercatino delle piantine da orto e dei fiori, poi alle 10,30 la celebrazione della s. Messa con l'accensione del pallone, simbolo del martirio di Giorgio; al termine ci sarà l'incanto delle offerte in natura, il cui ricavato è destinato a contribuire ai restauri della chiesa, in pieno svolgimento.
A tale proposito dobbiamo segnalare che la rimozione del pavimento in cemento ha riportato alla luce nella navata principale un antico pavimento in beole, piuttosto rozze, ma comunque segno dell'antichità del monumento. Un porzione sarà mantenuta visibile mediante la posa di un cristallo nella zona dell'altare. Sulla parete dell'abside, dove sono già stati fatti alcuni assaggi, è apparso un affresco di piccole dimensioni raffigurante san Rocco. Sotto il pavimento dell'altra navata ci sono invece le antiche sepolture che erano state realizzate in quello che prima era un portico annesso alla chiesa. Per il momento sono stati recuperati alcuni resti, ma resta ancora una vasta zona da verificare, dove sembrano esserci due vecchie tombe.

 

AMICI DI S. MICHELE IN ASSEMBLEA
(Fc) E' convocata l'assemblea ordinaria dei soci ai sensi degli artt. 12 e seguenti dello Statuto, in prima convocazione il giorno 2 maggio 2013 alle ore 12 e in seconda convocazione per il giorno Venerdi 3 maggio 2013, alle ore 21, presso il Ristoro Alpe S. Michele per discutere e deliberare sul seguente ordine del giorno: relazione del Direttivo; esame ed approvazione del bilancio consuntivo 2012 e del preventivo 2013; relazione programmazione delle attività, proposte varie.
Gli avvisi di partecipazione sono in spedizione a tutti i soci, che sono anche invitati a rinnovare il proprio tesseramento per l'anno in corso (quota € 10,00).

 

CENT'ANNI DI NAVIGAZIONE
(Fc) Lo scorso 4 maggio ricorreva il primo centenario del servizio navigazione sulla sponda lombarda del Lago Maggiore. Proprio domenica 4 maggio 1913 avveniva la cerimonia di inaugurazione che un giornale dell'epoca così ricorda. Alle 9,30 del mattino il piroscafo "Milano" si staccava, al suono di allegre marce bandistiche, dal pontile di Laveno con a bordo gli onorevoli Scipione Ronchetti e Angelo Lucchini, entrambi di Porto Valtravaglia, deputati del Collegio, insieme ad altre personalità della provincia e locali. Il battello scendeva lungo il lago verso Cerro, Reno e Santa Caterina del sasso, poi ancora sfiorava Ispra, Ranco, Angera ed Arona; infine passava Lisanza e a Sesto Calende. Al fischio della sirena, le autorità passavano su un altro battello più piccolo, il "Novara" e attraccavano a Sesto, accolti dalla folla festante assiepata sul ponte. Seguiva un banchetto con oltre 200 ospiti. Verso le 15 gli invitati risalivano sul "Milano" dove la banda di Laveno teneva un applaudito concerto lungo il percorso di ritorno.

 

CALCIO VALTRAVAGLIA - VERSO LA FINE DEL CAMPIONATO
(Fc) Anche il girone di Terza Categoria Varese in cui milita la Valtravaglia volge al termine. Alcune giornate, quelle appena trascorse, importanti per il futuro del campionato.
Due sfide cruciali finite a pareggio hanno prima relegato i nostri poco sopra la metà classifica senza produrre quei punti necessari a fare un balzo verso l'alto e assicurarsi l'entrata nei playoff.
Domenica 14 aprile sul campo di Rancio la Valtravaglia ha raggiunto il suo bel pareggio, 2 a 2, sotto la guida dell'arbitro Monfardini di Varese. A detta degli esperti, la Valtravaglia ha certamente giocato meglio, ma alla fine il risultato assegna un punto a ciascuno. Marcatori per la Valtravaglia sono stati Pittella e El Amiri.
Domenica 21 aprile sul campo di Ronchiano la Valtravaglia giocava in casa, arbitro il sig. Battaglia di Varese. Nonostante la pioggia, i padroni di casa giocano e tengono il gioco, risultando i veri dominatori della partita. Ma il risultato dell'ennesimo pareggio, 1 a 1, complice un rigore sbagliato di Pittella, ferma ancora l'ascesa della Valtravaglia che chiude la giornata a 44 punti, sesta in classifica.
Il 25 aprile ha segnato un momento di grande riscatto della Valtravaglia: l'incontro in trasferta contro il Mascia United, chiuso con un perentorio 4 a 0, consente la marcia verso i playoff e la risalita a 47 punti. Le quattro reti segnate nell'ordine da El Hafydy, Cervaro F., Piazza e Amato fanno esultare e sperare tutti i tifosi.
Il match del 28 aprile è stato sospeso per l'impraticabilità del campo di Cuasso, causa le forti piogge.

 

FESTA DI S. GIORGIO
(Fc) Una bella giornata di sole lo scorso 25 aprile ha sottolineato la celebrazione dell'annuale festa in onore di s. Giorgio cui è dedicata la millenaria chiesetta cimiteriale della frazione di Sarigo. Dalle prime ore del mattino è stato aperto il mercatino dei fiori e delle piantine da orto che, come ogni anno, ha riscontrato un consolidato interesse, tanto che gli organizzatori hanno dovuto presto rifornire il banco di gerani e quant'altro. Alla recita del "Gloria" il diacono Luca Costantini ha acceso il tradizionale pallone, simbolo del martirio di Giorgio. Dopo la celebrazione della s. Messa, don Walter ha benedetto e distribuito il pane; è seguito l'incanto delle offerte in natura ed il ricavato è andato a sostenere ulteriormente le spese del restauro della chiesa che, pur totalmente sponsorizzato da Daniele Santucci, necessita comunque di essere esteso ad altre parti del monumento, come il campanile.

 

SENTIERO PULITO, GRAZIE AGLI AMICI DELL'ALPE

(Fc) Una bella giornata di sole, sabato scorso, ha permesso ad una agguerrita squadra di volontari soci della onlus Amici dell'Alpe s. Michele di pulire e risegnalare il sentiero detto "della valle" che porta da Ligurno a s. Michele. Armati di motoseghe, decespugliatori, soffiatori, pale e rastrelli, nonché delle classiche vernici di colore bianco e rosso, i nostri hanno dato fondo a tutte le energie per ripristinare uno fra i più bei sentieri che dalla valle salgono all'alpe, potremmo dire un "sentiero storico" che per secoli è stato utilizzato per condurre il bestiame all'alpe in primavera e ricondurlo a casa in autunno. E' un percorso panoramico e sicuro che in un'ora conduce fin sotto la chiesetta dell'alpe, fiancheggiando una parte del Pian d'Airò.

 

PRIME COMUNIONI E CRESIMA

(Fc) Il mese di maggio è caratterizzato dalla festa di Prima Comunione, nella parrocchia di Porto e di Domo: anche quest'anno ci saranno due celebrazioni distinte. Domenica 19 alle ore 10 nella chiesa di Porto, che sarà riaperta al pubblico per l'occasione, anche se i lavori di restauro totale non sono ancora totalmente finiti; manca infatti il nuovo impianto di illuminazione ed il restauro vero e proprio degli affreschi. Domenica 26 la celebrazione sarà nella chiesa di Domo alle ore 11.
L'amministrazione della Cresima avverrà invece a Porto domenica 2 giugno alle ore 15 con la presenza di mons. Giuseppe Maffi.

 

DEVOZIONE MARIANA

(Fc) Il mese di maggio, tradizionalmente dedicato alla devozione mariana, nell'Unità Pastorale Porto-Domo prevede i seguenti appuntamenti: tutti i venerdi la s. Messa alle 20,30 alla Cappella del Roncaccio; tutti i lunedi la recita del s. Rosario in una frazione di Domo; tutti i mercoledi in un posto diverso a Porto. Il 29 maggio la s. Messa alla chiesa della Madonna delle Cappelle a Porto.

 

CALCIO VALTRAVAGLIA

(Fc) Manca una giornata alla chiusura del campionato e la Valtravaglia si attesta a 53 punti, dopo una sconfitta con il Lavena Ponte Tresa, primo in classifica e ormai promosso in Seconda Categoria Varese.
E' stata comunque una bella partita, con tante azioni da entrambe le parti, ma un calcio piazzato in un'azione ben costruita consente a Londino di segnare il goal della vittoria. Nonostante vari sforzi e tentativi di mettere in rete, la Valtravaglia non riesce a raggiungere il pareggio.
La classifica marcatori vede Pittella della Valtravaglia al secondo posto con 22 reti, dietro a Vason del Biandronno con 26 reti.
Domenica prossima l'ultimo turno, quando la Valtravaglia accoglie in casa il Travedona.

 

RIAPERTA LA CHIESA PARROCCHIALE

(Fc) Terminata la prima grande fase di restauro esterno ed interno, sabato scorso in mattinata è stata riaperta al culto la chiesa parrocchiale di Porto con la s. Messa per il funerale della signorina Mira Motti, molto legata nella sua lunga vita alla parrocchia. Il tempio si presenta ora nella sua nuova veste, assai luminoso dato il colore chiaro dell'intonaco e le finiture molto sobrie. Domenica mattina è stata celebrata la festa di Prima Comunione; domenica sera anche il consiglio pastorale si è riunito nella rinnovata chiesa per ammirarne i dettagli e prendere atto delle opere ancora mancanti e che sono in fase di esecuzione: le nuove luci, il rivestimento marmoreo dell'altare della Madonna, il restauro degli affreschi di s. Rocco in controfacciata e della cupola dell'altare della Madonna, la zoccolatura esterna e lo scarico delle acque piovane della piazza.
Si è parlato anche della possibile data di inaugurazione dell'avvenuto restauro, che potrebbe essere il 21 luglio prossimo, alla s. Messa della sera, ricorrendo in quella data l'anniversario della consacrazione della chiesa avvenuta appunto il 21 luglio 1581 per mano di s. Carlo Borromeo.

 

ORATORIO ESTIVO 2013

(Fc) Sono aperte le iscrizioni all'oratorio feriale estivo delle parrocchie di Porto e Domo. Ai ragazzi che frequentano il catechismo sono già state distribuite le schede per prenotare la propria partecipazione, che può essere consegnata in oratorio domenica 26 maggio dalle 13,30 alle 17. Gli animatori così si rivolgono ai ragazzi:

"Siete pronti? E' già passato un anno... e noi siamo pronti per proporvi un Oratorio Estivo 2013 ricco di divertimento. Appena terminata la scuola, dal 12 giugno al 12 luglio, ci ritroveremo insieme tutti i giorni per pregare, cantare, giocare a squadre e raggiungere la vittoria gareggiando da veri amici… quanto divertimento sotto il sole estivo! Ma non c'è solo questo: le attività manuali e le tanto attese gite accompagneranno il percorso di quest'anno. Lo slogan "Every Body - un corpo mi hai preparato" è significativo ai nostri giorni. Tradotto sta a significare "ogni parte del corpo". Impareremo a conoscere meglio noi e gli altri utilizzando quello che la natura ci ha dato, perché dobbiamo riconoscerci appartenenti ad un'unica famiglia, quella umana, dove si dà valore alle differenze e persino alle diverse abilità.
--Mani, braccia, piedi, gambe, dita non sono solo parti del corpo! Occhi, naso, orecchie, bocca non danno forma solamente a un viso come tanti! Impareremo a capire che anche se tutti siamo simili, ognuno di noi ha un'abilità e uno spirito completamente diverso--".

Gli orari dell'oratorio sono questi: tutti i pomeriggi da lunedì a venerdì dalle 13.30 alle 17.00, per giocare insieme e divertirsi. La quota di iscrizione è di € 30,00, merenda a parte.

 

CALCIO VALTRAVAGLIA - FINE DEL CAMPIONATO

(Fc) Con le partite disputate la scorsa domenica si è anche chiuso il campionato di calcio di Terza Categoria Varese. La Valtravaglia ha purtroppo subito una pesante sconfitta in casa (2 a 0 con il Travedona) fatto questo che le ha precluso l'accesso ai playoff. Dopo un combattuto primo tempo, nella ripresa la superiorità avversaria ha realizzato le due reti, impossibili da rimontare. La Valtravaglia comunque ha giocato una bella stagione, piazzandosi al settimo posto in classifica. Il suo giocatore Pittella è risultato
il secondo in classifica marcatori con 22 reti. La squadra del Lavena Tresiana è stata promossa in seconda categoria. I playoff se li giocheranno Biandronno-Gemonio e Travedona-Cadrezzatese.

 

CELEBRAZIONE DELLA CRESIMA

(Fc) Le comunità di Porto e Domo si ritrovano unite dalla prossima celebrazione del sacramento della Cresima, in calendario domenica 2 giugno alle ore 15 nella chiesa di Porto. Il tempio, da pochi giorni riaperto al culto dopo il suo restauro totale, accoglierà sedici ragazzi e ragazze che, dopo un anno di preparazione, si accingono a ricevere il sacramento della maturità cristiana dalle mani di mons. Giuseppe Maffi. Sono stati organizzati nei mesi scorsi anche due incontri con i genitori, per renderli partecipi del percorso proposto ai loro figli, in vista non solo della Cresima, ma del loro inserimento consapevole nel tessuto della comunità. A questi ragazzi, come già negli anni scorsi, sarà ancora proposto di continuare il cammino di approfondimento della fede, con momenti specifici, cui partecipare in libertà di scelta. Sarà un modo per accompagnare i ragazzi nelle prossime scelte della vita, come lo studio ed il lavoro, ma sempre con un'attenzione particolare ai valori suggeriti dal Vangelo.

 

LA COMUNICAZIONE PARROCCHIALE SI AGGIORNA

(Fc) Il Notiziario del mese di giugno dell'unità pastorale Porto-Domo che sarà recapitato alle famiglie in questi giorni presenta alcune novità. Anzitutto aumentano le pagine e l'impostazione delle rubriche, che assumono una costante periodicità, per consentire di fare, attraverso il Notiziario, un cammino di riflessione. Troviamo quindi ogni mese un articolo sull'Anno della Fede e sul Piano Pastorale della Diocesi; una pagina dedicata ad una parola chiave di Papa Francesco, tratta da suoi interventi alle celebrazioni o all'Angelus; la presentazione di un libro di approfondimento (sull'anno della fede o su Papa Francesco); un itinerario turistico-religioso; la vita di un testimone della fede, appena dichiarato beato o in corso di riconoscimento. Ovviamente in prima pagina c'è la lettera di don Walter e in ultima il calendario degli appuntamenti mensili più importanti. Il paginone centrale presenta il calendario delle s. Messe del mese e le relative intenzioni. La novità che prende avvio dal mese di giugno sono alcune pagine appositamente preparate per i ragazzi: in questo numero l'oratorio estivo; poi un corso introduttivo alla Bibbia curato dal diacono Luca Costantini (che collabora con le nostre parrocchie) che si svilupperà su diversi mesi. Da settembre verranno lanciate periodicamente delle iniziative cui potranno partecipare proprio i ragazzi e che saranno poi pubblicate sul Notiziario e sul sito web della parrocchia che in questi giorni è stato sottoposto ad un restyling, proprio per essere utilizzato anche dai ragazzi.

 

430° ANNIVERSARIO DELLA CONSACRAZIONE
(Fc) Domenica prossima la parrocchia di Domo ricorderà i 430 anni della consacrazione dell'altare della sua chiesa dedicata alla Madonna Assunta, avvenuta il 14 giugno 1583 da parte di S. Carlo Borromeo in occasione di una sua Visita Pastorale in Valtravaglia. Consacrò solo l'altare perché la dedicazione della chiesa avvenne il 23 aprile di un anno imprecisato tra il V ed il X sec. Negli atti della visita pastorale del card. Federigo Borromeo del 12 agosto 1596 è scritto che quel lontano giorno "è festa di precetto, perché è il principale giorno della consacrazione di questa chiesa". Il card. Schuster consacrerà nuovamente la chiesa il 12 agosto 1947 dopo l'imponente opera di ampliamento e di rifacimento della chiesa avvenuta a fine dell'800.
La consacrazione della chiesa o dell'altare è uno dei più antichi riti con il quale il Vescovo consacra e dedica la chiesa a Dio e ad uno più santi patroni. La cerimonia comprende vari momenti di altissimo significato simbolico: il celebrante bussa alla porta della chiesa, vengono invocati i Santi, si ungono con il sacro Crisma dodici croci, su altrettante colonne, a ricordo dei dodici apostoli che sono il fondamento della Chiesa; si depongono all'interno dell'altare le reliquie dei martiri, a ricordo che i primi altari erano costruiti direttamente sulle tombe dei martiri; si ungono cinque croci agli angoli ed al centro dell'altare, sopra si accendono altrettanti ceri, a ricordo delle cinque piaghe del Signore morto in croce. Infine si asperge la mensa, la si incensa, la si copre con le tovaglie ed si celebra la messa della Dedicazione. San Carlo Borromeo ebbe molto a cuore la consacrazione delle chiese e degli altari durante le sue numerosissime visite pastorali, cogliendo tali occasioni per richiamare i fedeli alla pratica religiosa; così fece il Card. Schuster, sulle orme dello stesso san Carlo. Entrambi i vescovi, nelle rispettive visite in Valtravaglia, non mancarono di consacrare altari e chiese.
E' pur vero che la chiesa è uno spazio terreno, fatto di pietre, di opera che viene dall'uomo, dalla sua arte; è vero che Dio è immenso e non è senz'altro racchiuso e delimitato dell'area esigua di un luogo, sia pure una chiesa. La chiesa ci richiama la presenza di Dio, ci raccoglie come fratelli nell'ascolto della Parola di Dio e per la celebrazione dei sacramenti, primo fra i quali l'Eucaristia. E' in luogo della comune lode a Dio e per il silenzioso incontro con il Signore. Con questi sentimenti nel cuore, la comunità farà festa, stringendosi attorno all'altare e a don Walter che quest'anno compie i suoi primi 35 anni di presenza a Domo.