PROGRAMMA DI LAVORO

2004 - 2009

 

Il lavoro e l'impegno profuso per il conseguimento di importanti obiettivi di riqualificazione territoriale sembra cominciare a dare i suoi frutti. Ma al raggiungimento di traguardi che sembravano irraggiungibili, corrisponde un aumento della complessità gestionale del paese che impone di immaginare nuovi scenari ora diventati possibili.

E' necessario pertanto imprimere un ulteriore salto di qualità alla nostra Amministrazione Comunale coinvolgendo sempre di più la cittadinanza in un progetto globale capace di sviluppare nuove economie che sono il motore propulsore della qualità della vita. L'obiettivo che ci proponiamo è quello di stimolare investimenti pubblici e privati che siano in grado di promuovere attività capaci di produrre posti di lavoro.

E' importante il lavoro fatto sino ad ora, ma lo è ancora di più quello che ci aspetta negli anni a venire.

La conformazione del nostro territorio indicato anche dalla Comunione Europea quale zona OBIETTIVO 2 ci stimola a credere che il turismo possa essere una vera risorsa per l'intera sponda lombarda del lago Maggiore.
Il nostro essere territorio di confine, gli importanti investimenti rivolti al potenziamento della linea ferroviaria Luino - Sesto Calende e dell'aeroporto di Malpensa ci devono vedere attenti nel recepire ed anticipare i messaggi indicatori di un momento decisamente favorevole, per strutturarci di conseguenza.

A livello locale intendiamo promuovere contatti operativi concreti con i Comuni limitrofi per coordinare azioni riconducibili ad un disegno unitario di trasformazione.
A livello comunale intendiamo assumere nuovi strumenti operativi in grado di delineare strategie di sviluppo.

Riteniamo a tale proposito importante affiancare alla nostra squadra uno o più gruppi di lavoro formati da tecnici professionisti con l'intento di analizzare, coordinare e promuovere le trasformazioni in atto.
Un primo passo in questa direzione sarà la costituzione di un "laboratorio" di Urbanistica e Territorio, un organo che lavorerà come una "lente di ingrandimento" sulle problematiche che i nuovi interventi (viabilistici, ferroviari e quelli derivanti dall'applicazione del Piano Regolatore Generale per interventi strategici come il nuovo porto turistico, la ex Telsa e la ex Vetreria) possono determinare.

L'intento sarà quello di stendere una carta delle funzioni che, in aderenza con il Piano Regolatore, diventi una traccia da seguire sia per l'Amministrazione Comunale che per gli operatori privati.

Amare il proprio paese significa preservare il territorio, ma anche controllarne lo sviluppo.

Siamo consapevoli di avere una grande responsabilità e, come fatto in precedenza, intendiamo proseguire il nostro lavoro, coscienti della bellezza del nostro lungolago, delle caratteristiche del nostro centro storico e dei centri delle frazioni limitrofe, della montagna e dei suoi sentieri.
Abbiamo due alberghi, ristoranti, bar, negozi e attività commerciali.
Avremo un nuovo porto, e abbiamo ricevuto nuove proposte di attività turistiche ricettive che ci impegneremo a valutare nel nostro mandato.

 

Il nostro futuro sarà gestire ed equilibrare
conservazione e sviluppo con un punto fisso e privilegiato:
il cittadino.

 

Il nostro programma non è il libro dei sogni, o delle buone intenzioni, o dei desideri… ma presenta progetti e fatti concreti, naturale prosecuzione e completamento di una strategia di sviluppo che può contare ormai dieci anni di lavoro.

Non possiamo come Comune sostituirci allo Stato o ai privati, ma dobbiamo programmare ed agire all'interno delle competenze assegnateci dalla legge.


le nostre proposte di lavoro

TERRITORIO

Completeremo definitivamente la rete della pubblica illuminazione nelle poche vie mancanti (via Borgato, via Fugino, via Lucchini, via Vigera, per le quali sono già stati richiesti i preventivi) cui seguiranno via Ticinallo e via Repubblica.

Acquisiremo lo studio particolareggiato del reticolo idrico minore, in corso di realizzazione da parte della Comunità Montana anche per Porto Valtravaglia, per poter disporre di una completa rilevazione del nostro territorio in funzione della tutela della montagna, dei corsi d'acqua e per prevenire l'eventuale dissesto idro-geologico.

Provvederemo a far redigere il Piano degli interventi di contenimento e abbattimento del rumore, per verificare i punti critici (aree industriali e ferroviarie) e adottare tutti i provvedimenti necessari all'eventuale risanamento acustico del territorio.

Con un contributo regionale di € 100.000 assegnatoci tramite la Comunità Montana, faremo alcuni importanti interventi di riassetto idrogeologico lungo la strada che conduce da S. Michele al Pian Cuvinicc.

Con un altro contributo regionale di € 300.000 ottenuto insieme al Comune di Brezzo di Bedero, abbiamo delegato la Comunità Montana ad eseguire lavori di manutenzione idraulica dei torrenti.

Cureremo un dettagliato piano di manutenzioni al patrimonio comunale, cominciando dalle scuole, per le quali abbiamo già ottenuto un contributo di € 108.000 dalla Regione. I lavori - già appaltati - inizieranno al termine delle lezioni scolastiche.
Attualmente sono in corso i lavori di ristrutturazione di due appartamenti comunali in Via Castello e di rifacimento dei bagni pubblici e lo zoccolo del Municipio.

Parteciperemo con la Comunità Montana, che se ne è fatta promotrice, alla costituzione di un nuovo servizio di Protezione Civile in cui saranno coinvolti tutti i Comuni ed i gruppi volontari attualmente esistenti, affiancando gli Enti istituzionalmente preposti (Vigili del fuoco e Forze dell'ordine) anche alla luce della nuova Proposta di legge regionale in materia.

 

CULTURA e SOCIALE

Continueremo nell'opera di valorizzazione del nostro patrimonio culturale e storico, progettando interventi che siano rispettosi dei valori caratteristici e dell'identità dei nostri paesi. Abbiamo già richiesto un ulteriore contributo al Ministero per completare il progetto del centro Religioso di Domo e affronteremo la sistemazione degli altri centri storici.

Proseguiremo con tutte le iniziative culturali ampiamente collaudate: Loci Travaliae, Stagione Musicale, serate di storia locale, che mettono il nostro Comune fra i primi in Provincia per tali attività.

Potenzieremo l'attività della Biblioteca perché possa continuare ad essere un punto di riferimento per gli studenti e di incontro per la terza età. Visto lo sviluppo che ha avuto la sua attività nella nuova sede di via Roma, riteniamo necessario ampliarne gli spazi e trovare una nuova ambientazione del Centro Sociale nell'area dell'ex Circolo di via Castello.

Seguiremo con attenzione l'evolversi delle problematiche connesse all'Ospedale di Luino ritenendone prioritario il recupero di efficienza ed il potenziamento della struttura.

 

TURISMO

Stiamo ripristinando l'ex Bar Cafferino per iniziative turistiche e culturali del Comune, della Pro Loco e della Biblioteca, senza escludere anche altre possibilità di utilizzo.

Renderemo pienamente percorribile la passeggiata dal lungolago di Porto fino alla località Trigo, per consentire una facile fruizione delle spiagge e offrire un percorso pedonale attraente e sicuro.

Daremo pieno utilizzo turistico all'area, direttamente a lago, acquistata in loc. Trigo e confinante con il parcheggio della Provincia, per offrire ulteriori spazi di svago a completamento della spiaggia.

Abbiamo rinnovato la domanda di contributo di € 500.000 a fondo perso su Interreg III - Italia Svizzera (a fronte di un progetto già approvato nel 2002) per la riqualificazione delle aree dimesse della stazione FS per sosta camper, la copertura del torrente Ronè per ricavarne un ampio parcheggio a supporto del nuovo porto turistico, la realizzazione di un sottopasso pedonale alla ferrovia in Via Roma. La nostra richiesta era già stata valutata idonea con Decreto Regionale n. 14455 del 30.7.2002, ma non finanziata per mancanza di fondi. Il progetto del sottopasso ferroviario ci sarà consegnato direttamente delle FS come da impegno assunto con il Comune lo scorso 24 marzo 2004.

Seguiremo con la massima attenzione l'attività e le iniziative della Pro Loco, dei Commercianti e di tutti coloro che vorranno avviare iniziative di carattere turistico e commerciale sul nostro territorio, consolidando l'attività dell'Ufficio Turistico Comunale.

Manterremo stretti contatti con l'Assessorato Provinciale al Marketing Territoriale per sfruttare tutte le opportunità offerte dalla Provincia nel settore del turismo e del tempo libero.

In collaborazione con la Provincia ed i comuni di Brissago Valtravaglia, Cassano Valcuvia, Duno e Mesenzana attiveremo una pista di sci di fondo tra la nostra frazione di S. Michele e la località Vallalta, la cui progettazione è già stata impostata nello scorso inverno con l'Assessorato provinciale competente.

 

RAPPORTI CON I CITTADINI

Vogliamo mantenere efficienti tutti i servizi resi ai cittadini, migliorandone la qualità ed i tempi di esecuzione; trovando efficaci soluzioni per ridurre ogni disagio, perché tutti, entrando in Municipio, possano veramente sentirsi come a casa propria.
La Carta dei Servizi che è stata predisposta mette tutti i cittadini in grado di accedere ai servizi comunali con semplicità e chiarezza, garantendo i tempi di risposta e la massima qualità di ogni servizio.

E' nostra intenzione attivare un processo di "Agenda 21 locale" allo scopo di innescare un "corto circuito" tra i diversi operatori pubblici e privati del territorio per favorire dinamiche di collaborazione e consenso. E' sicuramente un progetto ambizioso - ce ne rendiamo conto - ma riteniamo sia una strada obbligata per raggiungere uno sviluppo che soddisfi i bisogni del presente, senza compromettere le capacità delle generazioni future di soddisfare i propri (quello che si usa chiamare "sviluppo sostenibile").
In pratica si tratterà di chiamare attorno ad un tavolo, con l'amministrazione comunale, associazioni, tecnici dei vari settori e cittadini per studiare per gradi i diversi problemi ed arrivare alla scelta di percorsi di sviluppo condivisi.